Ultimo aggiornamento alle 22:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 9 minuti
Cambia colore:
 

il dibattito

«Sull’istituto Tchaikovsky soltanto insinuazioni»

Pullia e Arlia chiariscono la situazione dell’ente con riferimento alla statizzazione. La versione dell’amministrazione comunale di Nocera Terinese

Pubblicato il: 31/03/2021 – 15:44
«Sull’istituto Tchaikovsky soltanto insinuazioni»

Pubblichiamo il commento di Pierfrancesco Pullia e Filippo Arlia, direttore e già direttore del Conservatorio di Musica P.I.Tchaikovsky, rispetto ad alcune polemiche apparse negli ultimi giorni. 

La scrivente Istituzione, prendendo atto delle strumentali affermazioni articolate da soggetti il cui unico interesse è ledere l’immagine e la credibilità dell’Istituzione e di chi all’interno vi opera, intende porre in essere alcune puntualizzazioni connesse al Conservatorio e sui profili tecnici della sua Statizzazione, al fine di fugare, nell’ottica della massima trasparenza, ogni dubbio al riguardo.
Preliminarmente, si osserva che l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P.I.Tchaikovsky” (Ex Istituto Musicale Pareggiato ante autonomia), è stato, sin dal 2008, un Ente Pubblico dotato di propria personalità giuridica in forza dell’approvazione del relativo Statuto disposto con Decreto del Ministro dell’Università e della Ricerca e che, pertanto, ha goduto di autonomia amministrativa, contabile e finanziaria, nel rispetto dell’ordinamento contabile dello Stato e degli Enti Pubblici.
L’art. 22-bis del D.L. 50/2017 (L. 96/2017), così come modificato dall’art.1, co. 652 e 656, della L. 205/2017 (L. di bilancio 2018), ha indicato l’assorbimento allo Stato dell’Ente quale Conservatorio Statale di Musica, unitamente ad altri 17 ex Istituti Superiori di Studi Musicali Italiani (già ex Istituti Musicali Pareggiati). Utile ribadire che il “Tchaikovsky” è il primo tra questi per numero di popolazione studentesca. Tale processo è stato disciplinato dal Decreto Interministeriale MIUR-MEF n. 121 del 22.02.2019 e dalle note operative conseguenti. Dal 2019, (D.M. n. 557/ 2019), lo Stato si è già preso carico finanziariamente del Conservatorio, e tutti gli immobili “storici” in uso all’ex Istituto Pareggiato di Nocera Terinese sono stati, come da norma, impegnati per il Conservatorio Statale.

Il modello di Statizzazione del Tchaikovsky, perseguito nella direzione dell’autonomia e non dell’accorpamento, persegue interessi pubblici diffusi nelle comunità di riferimento, nell’ottica della costruzione di ulteriori occasioni di sviluppo e di cooperazione fra i rispettivi territori. L’amministrazione Provinciale di Catanzaro, nell’ambito della statizzazione dell’Ente, ha assunto formale impegno, già nel 2019, di destinare lo stabile denominato “Ex Stella” di Catanzaro all’istituendo Conservatorio Statale di Musica, tenendo in particolare conto della circostanza che la Città di Catanzaro è l’unico capoluogo di Regione sprovvisto di un Conservatorio di Musica Statale. 
La dirigenza di questo Istituto, cogliendo la straordinaria opportunità e premialità legislativa della statizzazione (D.L.50/2017 e successive modificazioni e integrazioni), ha perseguito, di concerto con l’Amministrazione Provinciale di Catanzaro,  la norma primaria di riferimento, il comma 8 dell’art.2 della Legge 21 dicembre 1999, n. 508: […] Nell’ambito della graduale statizzazione si terrà conto, in particolare nei capoluoghi sprovvisti di istituzioni statali, dell’esistenza […] di Istituti pareggiati”.
Alla stregua di quanto precede, appare palese l’erronea, fuorviante e diffamatoria ricostruzione operata da soggetti del tutto ignari del quadro normativo di riferimento e dei conseguenti atti posti da questo Conservatorio e, rispetto alla quale, risponderanno in tutte le sedi. 
Il progetto definito da questo Ente raccoglie certamente la specificità e le peculiarità della sua storia e del territorio che lo ha visto crescere, in un’ottica di ampliamento strutturale e strumentale, indicato e premiato dalle norme, delineato nella cornice legislativa della razionalizzazione (la norma muove verso l’incentivazione ad accorpamenti delle Istituzioni Afam nell’ottica di perseguire un risparmio per il Bilancio dello Stato). L’azione è tesa a valorizzare un’intera area geografica al centro della Calabria in un’ottica di integrazione di sistema d’eccellenza, didattiche ed artistiche, dotando la Città Capoluogo del tanto agognato Conservatorio di Musica di Stato.
L’importante azione progettuale mossa dal Conservatorio muove inoltre nella consapevolezza che questo passaggio allo Stato rappresenta solo l’inizio di un progetto ancora più complesso e ambizioso, che vedrà la nascita del primo polo delle Arti della Regione, sulla scorta della relativa previsione normativa in materia.
E’ utile evidenziare, in questa sede, che la scrivente Istituzione non ha mai percepito alcun contributo economico né del Comune dal Catanzaro né dall’ Amministrazione Provinciale. 
Da quanto precede si denota quanto gratuite ed infondate siano talune insinuazioni che rischiano di ledere l’immagine del Conservatorio, dei dirigenti e del personale che vi opera, destabilizzando anche la Comunità Studentesca in particolare in questo grave periodo emergenziale, nella certezza, si ribadisce, di aver dato vita ad un processo di importante levatura nazionale e foriero di potenziali ricadute positive sul territorio.
Conseguentemente, il Conservatorio, al fine di tutelare l’onorabilità dell’Ente, dei Dirigenti e del personale che vi opera, si riserva di agire in sede civile e penale, perseguendo quanti hanno reso dichiarazioni mendaci in grave danno all’immagine dell’Ente.  

Prof. M° Pierfrancesco Pullia e Prof. M° Filippo Arlia
Direttore e già Direttore del Conservatorio di Musica P.I.Tchaikovsky

Pubblichiamo la replica dell’amministrazione comunale di Nocera Terinese

«Il Comune di Nocera Terinese, in considerazione di tutte una serie di prese di posizione sulla stampa, sia di consiglieri che di esponenti politici della città di Catanzaro, e di una dichiarazione dello stesso direttore del Conservatorio di Musica P.I. Tchaikovsky di Nocera Terinese, aveva convocato i vertici del conservatorio per chiarimenti urgenti. Tutto ciò, conseguentemente all’inaugurazione di una sede del conservatorio medesimo nella città capoluogo, in tale inaugurazione, il Sindaco di Catanzaro, alla cerimonia di consegna di uno stabile al P.I. Tchaikovsky aveva affermato che tale stabile sarebbe stata la sede del conservatorio.  Considerato che la sede legale del conservatorio in questione, fin dalla sua fondazione, è nel Comune di Nocera Terinese, e considerato che tutte le strutture sono di proprietà dello stesso comune, l’amministrazione comunale, aveva chiesto pubblicamente delucidazioni in merito alle affermazioni del Sindaco di Catanzaro.  Il Sindaco di Nocera Terinese, aveva convocato un tavolo istituzionale con i vertici medesimi, per fare un punto formale sulla vicenda. Alla riunione, convocata per martedì 30 marzo alle ore 16:00, i dirigenti del conservatorio non si sono presentati.  Il Tchaikovsky ha sede nel territorio del comune di Nocera Terinese, fin dalla sua fondazione, così, tra l’altro, come si evince in tutti gli atti formali in possesso del Comune, e così come si evince dagli stessi atti di statalizzazione del conservatorio. Una sfilza di convenzioni e documenti richiesti dal MIUR, al Comune di Nocera Terinese, per istruire la pratica.  Tuttavia, nella nota con la quale il direttore Prof.° Pierfrancesco Pullia giustificava la sua assenza alla riunione convocata dal Sindaco, lo stesso scriveva: “Le ribadisco formalmente che gli atti amministrativi già adottati dalle rispettive amministrazioni nel corso del procedimento di statizzazione non sono mutati, ivi compresi i rapporti con l’Ente da Ella amministrato. -Sempre il direttore del Tchaikovsky aggiungeva- “con la presente Le manifesto la piena disponibilità a partecipare a qualunque incontro che Codesta Amministrazione Comunale voglia indire, da fissare, tuttavia, con congruo anticipo, stante gli inderogabili impegni istituzionali già programmati cui lo scrivente è onerato.” Pullia poi sempre nella stessa nota fa cenno al fatto che il Sindaco di Nocera abbia visionato atti amministrativi nell’incontro del 24 u.s. Ciò è una circostanza che non risponde al vero. Il sindaco nel corso di quell’incontro, infatti, assolutamente non programmato e non formale, non ha visionato nessun atto! Una richiesta subito accolta da parte del Sindaco, il quale, ha proceduto a convocare una nuova riunione per giorno 13 aprile alle 16:00. È con grande disappunto che leggiamo una nota stampa del conservatorio musicale P.I. Tchaikovsky a firma del Prof.M° Pierfrancesco Pullia e del Prof.M° Filippo Arlia Direttore e già Direttore del Conservatorio di Musica P.I. Tchaikovsky, nella quale, invece di fare chiarezza, purtroppo si continua a ciurlare nel manico. Comprendiamo che i vertici Tchaikovsky, siano incalzati dalle pressioni dell’amministrazione comunale e provinciale di Catanzaro, e dalle richieste di chiarimento da parte di diversi politici del capoluogo, e tuttavia, nessuno può immaginare che una vicenda del genere possa essere risolta con una risibile nota stampa, intrisa di ambiguità e di numerose inesattezze. Non vorremmo credere, inoltre, alle voci che parlano di finanziamenti di centinaia di miglia di euro per ampliare addirittura un’altra ala dello stabile consegnato qualche giorno fa al Tchaikovsky dalla provincia di Catanzaro. Su questi finanziamenti, infatti, nel capoluogo girano numerose illazioni che giustificherebbero secondo alcuni l’ambiguità dei dirigenti del conservatorio in questione. Tuttavia le illazioni rimangono illazioni e all’amministrazione nocerese interessano poco, a noi preme, invece, rappresentare gli interessi della nostra comunità.  Sappia, chi deve intendere, che dopo anni di disponibilità e di costi sostenuti dalla comunità nocerese, il nostro Comune, non si lascerà scippare la sede legale senza combattere in tutte le sedi. Dal MIUR alla Procura della Repubblica, nel caso in cui, qualcuno, tentasse di cambiare le carte in tavola! Il Conservatorio di Musica P.I. Tchaikovsky, a questo punto, deve sciogliere il nodo di fondo che ha determinato questa confusione: rispondere, carte alla mano, su dove è ubicata la sede legale del conservatorio. Il resto sono chiacchiere. Peggio, un gioco delle tre carte con il maldestro tentativo di citare genericamente un quadro normativo che sulla vicenda ci sta come i cavoli a merenda.  La sede Legale del conservatorio di Musica P.I. Tchaikovsky non può essere a Catanzaro, semplicemente perché è già a Nocera Terinese, tutto ciò, lo dimostra una montagna di atti amministrativi prodotti dai due Enti a supporto delle nostre affermazioni.  Una circostanza che, lo stesso direttore Pullia riconferma al Sindaco, quando nella missiva del 30 marzo, afferma che “gli atti amministrativi già adottati dalle rispettive amministrazioni nel corso del procedimento di statizzazione non sono mutati”. E, d’altronde, non poteva essere diversamente. La ricostruzione del quadro legislativo che fanno Arlia e Pullia nella nota stampa, infatti, è piena di inesattezze che possono essere facilmente smontate e smentite dagli atti. È evidente che, a questo punto, se il Conservatorio di Musica P.I. Tchaikovsky di Nocera Terinese, continuerà a eludere la questione di fondo della sede legale, si renderà necessario aprire un tavolo con il MIUR, una vera e propria vertenza, considerato che, allo stato, nulla è definito relativamente alla statizzazione».

L’Amministrazione Comunale di Nocera Terinese

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x