Ultimo aggiornamento alle 15:11
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il bando per il sud

Concorso Mezzogiorno, Magorno: «Ingiusto escludere i Comuni sotto i 5mila abitanti»

Il senatore preannuncia un’interrogazione al ministro Brunetta. «Il Sud ha bisogno di forze fresche per rivitalizzare i territori»

Pubblicato il: 09/04/2021 – 12:44
Concorso Mezzogiorno, Magorno: «Ingiusto escludere i Comuni sotto i 5mila abitanti»

ROMA «Il concorso relativo alle 2.800 assunzioni di progettisti previsto dal Ministero della Funzione pubblica per il Mezzogiorno rischia di trasformarsi in un’ingiustizia. Risulta, infatti, paradossale l’esclusione dei Comuni sotto i 5mila abitanti nelle nuove assunzioni. Il tessuto istituzionale delle regioni meridionali si struttura, infatti, prevalentemente in piccoli Comuni, chiamati negli ultimi anni a uno straordinario sforzo di servizi, vista la carenza di personale e risorse, carenza ancor di più enfatizzata dalla pandemia in corso». A dirlo è il senatore di Italia Viva e sindaco di Diamante, Ernesto Magorno.
«Eppure – aggiunge – conti alla mano, ci ritroviamo di fronte a un provvedimento quasi punitivo e di certo non risolutivo, dal momento le 2.800 nuove figure, se distribuite in ogni realtà comunale, si traducono, in media, in un nuovo dipendente in più per Municipio. Considerando che negli ultimi anni il turn-over ha portato al pensionamento di circa 120mila dipendenti e che l’Anci ha chiesto di provvedere a colmare almeno in parte quel vuoto che si è creato nei nostri uffici con 60mila nuovi dipendenti, ecco che si ha un’idea delle dimensioni assai esigue del maxi concorso. Da amministratori calati nei territori ci aspettavamo almeno il doppio delle assunzioni: cinquemila progettisti. E invece, purtroppo, siamo di fronte a una nuova discriminazione nei confronti di realtà che, al contrario, andrebbero tutelate. Su questa vicenda presenterò un’interrogazione parlamentare con la speranza di un ripensamento da parte del Ministro Brunetta. Sarebbe un atto di giustizia verso questi Comuni, che hanno urgente bisogno di un’iniezione di energie fresche, di giovani competenti che non solo darebbero nuova linfa alle amministrazioni ma troverebbero nella propria terra una giusta realizzazione delle proprie ambizioni di vita, colmando quella fuga generazionale che sta segnando in negativo il destino del Meridione».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb