Ultimo aggiornamento alle 23:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

l’affondo

Cosenza, Morcavallo si rivolge al Prefetto: «Necessari maggiori e più incisivi controlli»

L’attacco del capogruppo di Grande Cosenza. «La zona rossa impone misure finalizzate al contrasto delle violazioni delle norme anti-contagio»

Pubblicato il: 09/04/2021 – 17:22
Cosenza, Morcavallo si rivolge al Prefetto: «Necessari maggiori e più incisivi controlli»

COSENZA «La zona rossa è soltanto per i commercianti che non possono aprire i negozi!». E’ il duro attacco del consigliere comunale Enrico Morcavallo, capogruppo di Grande Cosenza nell’assise comunale della città bruzia. Il capogruppo sottolinea come il traffico automobilistico non sia affatto diminuito, anzi «si vedono moltissimi automezzi parcheggiati in doppia fila e non dovrebbe esserci visto le regole applicate nel protocollo della “zona rossa”». «Bisognerebbe anche spiegare che “da asporto” significa prendere la propria ordinazione e tornare alla propria abitazione o al proprio posto di lavoro e non consumarlo nei pressi del bar o per la strada – aggiunge Morcavallo – il nostro ospedale, l’unico attivo in tutto la città è al collasso e molti reparti sono stati occupati dai pazienti Covid e molte altre patologie non posso essere trattate». «Penso sia grave, perché l’ospedale deve curare tutti i pazienti e non solo le persone affette da Covid». «Proprio per questo motivo – conclude il consigliere Morcavallo – chiedo al Prefetto di Cosenza, Cinzia Guercio, di incrementare tutte le misure finalizzate alla verifica ed al contrasto delle violazioni delle norme anti-contagio. Mai come adesso servono più controlli e dobbiamo essere più responsabili. In gioco c’è la nostra salute».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb