Ultimo aggiornamento alle 22:59
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

rinnovo mancato

Lamezia, l’Asp non rinnova la Pec. E i medici non possono richiedere i test molecolari

Disagi nelle comunicazioni degli esiti dei test rapidi e le quarantene. Dopo le segnalazioni, attivata una mail alternativa

Pubblicato il: 14/04/2021 – 15:43
di Giorgio Curcio
Lamezia, l’Asp non rinnova la Pec. E i medici non possono richiedere i test molecolari

LAMEZIA TERME «Errore di indirizzo». È questa la risposta che tutti i medici di medicina generale e i pediatri del distretto socio sanitario di Lamezia Terme stanno ricevendo ormai da quattro giorni ad ogni tentativo di inviare una comunicazione via PEC all’Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro. Allo stato attuale, infatti, è impossibile inviare comunicazioni ufficiali e ricevere anche le notifiche di avvenuta ricezione.

Indirizzo non rinnovato

Un mistero subito risolto ma con risvolti a tinte grottesche e paradossali. L’azienda sanitaria ha effettivamente dimenticato di rinnovare l’abbonamento della casella di posta certificata dell’Unità operativa di Igiene e Sanità pubblica. Una situazione incresciosa, denunciata proprio dai medici, e confermata al Corriere della Calabria da Francesco Esposito, segretario nazionale di Federazione Sindacale dei Medici Uniti (Fismu). Un errore, forse una dimenticanza. Certamente una svista che sta creando enormi disagi in tempi di pandemia ed emergenza legata al Covid-19. «Allo stato attuale – ci dice Esposito – i medici non riescono ad inviare all’Asp di Catanzaro i risultati dei tamponi rapidi, non potendo così richiedere, in caso di esito positivo, il test molecolare. Una situazione davvero paradossale». Ma non solo.

La nuova mail alternativa

Pazienti in quarantena 

I medici, infatti, da giorni non riescono neanche a sapere quali siano i tempi certi della scadenza del periodo di quarantena dei pazienti risultati positivi al Covid. Insomma, una brutta e spiacevole pagina (l’ennesima) da dimenticare, e si spera in fretta, per la sanità calabrese. Un errore e una dimenticanza (sperando che sia così) che in tempi di emergenza pendemica è quasi imperdonabile. Solo dopo le decine di segnalazioni dei medici di famiglia e dei pediatri, è stata attivata una casella di posta elettronica alternativa. (redazione@corrierecal.it) 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x