Ultimo aggiornamento alle 13:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

Le celebrazioni

Diamante, anche il ministro Franceschini per i 40 anni dei Murales

Presentato il programma della manifestazione che si svolgerà nel centro cosentino. Magorno: «Sono un patrimonio della regione e di tutto il Paese»

Pubblicato il: 17/04/2021 – 13:20
Diamante,  anche il ministro Franceschini per i 40 anni dei Murales

DIAMANTE «Proiezioni, concerti acustici, infiorate e soprattutto percorsi guidati alla scoperta dei meravigliosi e iconici murales di Diamante. Presentato ieri mattina nella sede del Comune il programma di eventi “Diamante, museo a cielo aperto”, nato per celebrare i primi 40 anni dalla prima e storica operazione murales, intrapresa nel 1981». Lo comunica una nota dell’ufficio stampa del comune del Tirreno cosentino. «Ad illustrare le diverse iniziative – è detto – il sindaco, senatore  Ernesto Magorno, il vicesindaco, Pino Pascale; il Direttore artistico della nuova operazione murales, l’artista Antonino Perrotta .  Il sindaco ha voluto ricordare le figure dell’artista Nani Razetti e del sindaco dell’epoca Evasio Pascale  ai quali si deve la brillante intuizione  dell’81 che ha consentito a Diamante di essere  conosciuta  come Città dei Murales».
«I murales –  ha sottolineato il sindaco – sono un patrimonio della nostra comunità, della regione e di tutto il Paese, come ho avuto occasione di dire al ministro Dario Franceschini, che è stato invitato a Diamante ad essere presente alle iniziative del quarantennale. Il sindaco ha voluto ringraziare l’assessore al Turismo e alla Cultura Francesca Amoroso, impossibilitata a essere presente oggi, ma che sta seguendo lo svilupparsi dell’iniziativa. Un ringraziamento particolare, inoltre, è stato rivolto al professor Enzo Monaco,  al professor Mario Pagano,  al professor Franco Errico e alla presidente della Cerillae, Alessia Ricioppo, che saranno assieme ad Antonino Perrotta,  con l’Associazione Culturale Haz Art – in qualità di OSA –,  i motori dell’iniziativa».
«Una sinergia preziosa fra associazioni, istituzioni, personalità dell’arte e della cultura – ha aggiunto – ha dunque preso vita per celebrare questa speciale ricorrenza e che testimonia, su tutto, quanto Diamante sia un luogo amato e apprezzato in una largo immaginario collettivo».

«Il sindaco ha, infatti, annunciato la costituzione di un comitato scientifico – riporta la nota – che seguirà tutta l’iniziativa e composto da importanti personalità legate alla Città di Diamante. Si tratta di un comitato aperto a tutti coloro che vorranno collaborare e fornire il proprio contributo in termini di organizzazione,  proposte e allestimenti. Un ruolo da protagonista spetterà agli alunni dell’’Istituto Comprensivo,  impegnati nell’ esecuzione di due bozzetti di Murales che saranno realizzati nel corso delle celebrazioni. Il direttore Artistico, Antonio Perrotta si è soffermato sugli ospiti della manifestazione.  Oltre al ministro Franceschini saranno presenti tra gli altri il Capo della Polizia,  per il murale che sarà dedicato al Commissario Mascherpa, il fumetto pubblicato da Polizia Moderna e ambientato proprio a Diamante; Il presidente dell’Inps; il presidente dell’ACI;  il presidente della Commissione cultura del Senato. Così come importante sarà il contributo che assicureranno la Regione Calabria e la Provincia di Cosenza».  
Perrotta ha sottolineato come «l’operazione murales 2021 si svilupperà in forma itinerante e in più fasi anche per garantire il rispetto delle normative anti-Covid. Una prima fase sarà dedicata al restauro di opere già presenti e iniziative collaterali come mostre, convegni e una cineteca di tutte le attività dell’81, in collaborazione con TeleDiamante, l’emittente locale nata proprio nell’81 durante l’operazione Murales  e che quest’anno compie 40 anni, un altro importante “compleanno” che sarà adeguatamente  celebrato nel corso di questi mesi. La seconda fase dell’iniziativa vedrà la realizzazione di nuove opere, due delle quali saranno offerte, rispettivamente, dalla famiglia Pascale e dalla famiglia Razetti».
Il vicesindaco Pino Pascale, ricordando con orgoglio la figura del padre Evasio, ha poi presentato la parte del progetto che interesserà il Centro Storico cittadino,  che sarà trasformato, ancora di più, in un vero e proprio museo a cielo aperto e luogo di cultura.
«Previste, tra le diverse cose – è detto nella nota – aree per valorizzare e godere   attraverso cornici, panchine e binocoli, dei tramonti che hanno consentito a Diamante di entrare tra le località italiane più suggestive. Previsti percorsi con delle infiorate che accompagneranno i visitatori ai murales più importanti e in particolare al mosaico. In programma negli angoli più suggestivi del centro storico concerti prevalentemente in forma acustica, proiezioni e altre iniziative che riqualificheranno ulteriormente le caratteristiche vie del centro trasformandole, come ha sottolineato più volte il Vicesindaco, ancora di più in un luogo di arte e di cultura e soprattutto in un grande attrattore turistico».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb