Ultimo aggiornamento alle 15:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la risposta

«Perché la sede del 118 di Lamezia è stata spostata»

In riferimento ai recenti articoli di stampa a firma di talune associazioni e/o comitati per la salute e riguardanti i lavori per lo spostamento della postazione del Suem 118 dell’Ospedale di Lame…

Pubblicato il: 11/05/2021 – 15:22
di Commissione straordinaria Asp Catanzaro
«Perché la sede del 118 di Lamezia è stata spostata»

In riferimento ai recenti articoli di stampa a firma di talune associazioni e/o comitati per la salute e riguardanti i lavori per lo spostamento della postazione del Suem 118 dell’Ospedale di Lamezia Terme, si forniscono di seguito alcuni chiarimenti.
Lo spostamento dell’attuale sede del 118 all’interno del Polt (Presidio ospedaliero Lamezia Terme) deve essere inquadrato nel contesto più generale di razionalizzazione ed efficientamento delle postazioni del 118 di cui alla deliberazione commissariale numero 731 del 3 novembre 2020.
In realtà proprio per Lamezia Terme era sorta anche l’esigenza di trovare una nuova collocazione per ospitare la Neuropsichiatria infantile, per la quale più volte gruppi di genitori hanno sollecitato la commissione straordinaria ad adottare gli opportuni provvedimenti per consentire l’espletamento delle attività proprie in condizioni di sicurezza e privacy, data la giovane età dei pazienti. Pertanto, è stato dato specifico indirizzo alla competete Uoc Gestione Tecnico Patrimoniale che, in data 09.09.2020, ha adottato la determinazione numero 4461 con la quale è stata approvata la spesa necessaria ad effettuare i lavori di trasferimento del Serd nei locali del 118 e viceversa compreso il trasferimento del Medico Autorizzato. In tal modo i pazienti del Serd ed il relativo personale medico avrebbero avuto una collocazione automa e separata da altre attività sanitarie mentre tanto il 118 che il Medico Autorizzato possono agevolmente coesistere negli ampi spazi posti al primo piano dello stabile, dotati di allarme e scala antincendio per le uscite di emergenza. Al piano terra dello stesso immobile saranno allocati i locali della Neuropsichiatria infantile, completamente separati da attività poco idonee ed inoltre, per facilitare lo svolgimento delle attività del 118, è stata prevista la realizzazione di una tettoia al di sotto della quale potranno agevolmente sostare le autoambulanze ed eventualmente i pazienti.
Tali soluzioni sono state condivise con l’intero management aziendale, ivi incluso il medico responsabile del Suem 118 di Lamezia Terme e il responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.
Riguardo infine alla viabilità, che sembra preoccupare particolarmente le associazioni, con la Polizia Municipale del comune di Lamezia Terme sarà condiviso il nuovo sistema di segnaletica orizzontale e verticale scaturente dallo spostamento. 

Da evidenziare che tutte le UUOO interessate agli spostamenti mantengono invariati ed adeguati requisiti di sicurezza per operatori e pazienti.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb