Ultimo aggiornamento alle 10:29
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’incontro

Giornata internazionale dei “bimbi scomparsi”, l’impegno della Polizia di Cosenza – VIDEO

Illustrati agli alunni della Don Milani-De Matera i dettagli del servizio 114. Focus su cyberbullismo e corretto utilizzo dei social network

Pubblicato il: 25/05/2021 – 12:20
di Fabio Benincasa
Giornata internazionale dei “bimbi scomparsi”, l’impegno della Polizia di Cosenza – VIDEO

COSENZA In occasione della giornata Internazionale dei “bambini scomparsi”, il personale della Polizia di Stato – Ufficio Minori, della Polizia Scientifica e della Polizia Postale dando seguito ad un accordo con il Dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Don Milani – De Matera”, ha illustrato presso la “Città dei Ragazzi” i dettagli del servizio “emergenza infanzia 114”. Il numero 114 è destinato a tutti coloro interessati a segnalare situazioni emergenziali di disagio riguardanti l’infanzia e l’adolescenza. Il 114 è attivo in tutta Italia, 365 giorni all’anno, 24 ore su 24 ed è completamente gratuito sia da rete fissa sia da mobile. La telefonata permette di contattare immediatamente le istituzioni territoriali preposte alla salvaguardia dei bambini e degli adolescenti, ma anche di fornire assistenza psicologica e consulenza psico-pedagogica per situazioni di disagio o emergenza che possono nuocere allo sviluppo psico-fisico dei giovani. All’iniziativa presente anche il Questore della Provincia di Cosenza Giovanna Petrocca. «E’ importante l’educazione sul corretto utilizzo dei social e approfondire il tema del cyberbullismo. E’ necessario un impegno dei genitori e delle famiglie ma soprattutto da parte delle istituzioni, come la Polizia di Stato, che deve necessariamente avvertire i più piccoli dei pericoli della rete».

Nell’ambito della stessa giornata sono stati forniti dettagli relativi all’attività dell’Ufficio minori della Polizia di Stato sul “Cyberbullismo” e l’importanza dei social e del loro corretto utilizzo. Sul web ogni comportamento può essere tracciato, ricostruito e denunciato alla Polizia Postale e delle Comunicazioni e la legge consente di perseguire penalmente tutti i soggetti che abbiano compiuto i 14 anni di età. Diffamazioni, minacce e insulti in rete possono essere fermate grazie alle denunce ed al supporto del personale di polizia.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x