Ultimo aggiornamento alle 15:51
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

Un eco dallo Jonio

Dagli uliveti della Sibaritide a “Planetario”: la canzone d’autore di Peppe Voltarelli

Ospiti del talk de L’altro Corriere Tv il celebre artista di origini calabresi e l’ex sindaco di Rossano, Tonino Caracciolo

Pubblicato il: 11/06/2021 – 18:24
Dagli uliveti della Sibaritide a “Planetario”: la canzone d’autore di Peppe Voltarelli

CORIGLIANO ROSSANO Una puntata a metà fra la crisi infrastrutturale che attanaglia da sempre la Sibaritide e l’arte, nel senso più ampio del termine.
La venticinquesima puntata della trasmissione Un eco dallo Jonio, il talk che racconta il nord-est della calabrese, prodotto da L’altro Corriere Tv ed il Corriere della Calabria, vedrà come ospiti l’ex sindaco di Rossano, Tonino Caracciolo, nel primo blocco ed il cantautore ed artista Peppe Voltarelli, in collegamento da Firenze nella seconda parte della trasmissione.
Di opere incompiute parlerà Caracciolo, geologo noto in tutta la regione, e di tutta una serie di problemi che attanagliano le opere pubbliche sibarite. Dall’elettrificazione della linea ferroviaria jonica, ferma al palo, alla statale 106, i cui lavori da una parte proseguono spediti per il terzo megalotto mentre in direzione a sud di Sibari l’opera è sempre più impantanata nelle sabbie mobili della burocrazia.
Si parlerà del futuro del porto di Corigliano Rossano, della Sila-Mare, della strada della Diga di Tarsia e Caracciolo non disdegnerà qualche velenosa replica alle opposizioni consiliari di Corigliano Rossano che lo accusano di rivestire i panni del «sindaco facente funzioni».
Voltarelli presenterà, a seguire, il suo nuovo progetto, “Planetario”, book associato 18 tracce musicali. Cinque album da solista, si definisce un nomade per vocazione e irrequieto per temperamento: artista multiforme capace di cimentarsi con successo in diversi ambiti espressivi, dal romanzo al cinema, spostandosi di continuo da un continente all’altro, è diventato una sorta di ambasciatore della canzone d’autore nel mondo con numerose tournées all’estero, dall’America Latina al Canada, innumerevoli partecipazioni a festival internazionali e molteplici collaborazioni avviate nei luoghi in cui si è ritrovato, dalla Spagna a New York. Non stupisce dunque che, per il suo nuovo disco, Planetario, in uscita per Squilibri, abbia deciso di misurarsi con i grandi della canzone internazionale, offrendo una superba prova delle sue impareggiabili doti di interprete. Racconterà quanto le sue origini e gli uliveti della Sibaritide hanno influenzato la sua carriera e come, da rocker e frontman del “Parto delle nuvole pesanti”, si sia evoluto nell’artista che è oggi fra musica, palcoscenico teatrale e cinematografico e romanziere.
«Sulla statale a Mirto – sua cittadina di nascita, ndr – incontrai Bob Dylan, Jimi Hendrix e i The Pits, ma per chi come me parla in italiano traducendo dal dialetto, cantare in inglese era praticamente come fare un salto triplo».
E non mancherà di ricordare come la celebre “Onda calabra”, scritta per tutt’altro contesto ma calata in Qualunquemente, lo abbia portato a dover prendere le distanze dal film e dal quel modo di “inquadrare” la Calabria.
L’appuntamento è per questa sera a partire dalle 21,00 su L’altro Corriere Tv (canale 211 del digitale terrestre), in streaming sulla pagina Facebook, sul sito internet e sul Corriere della Calabria.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb