Ultimo aggiornamento alle 15:16
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

La riflessione

«Paola non lascia il Corriere per la politica»

Paola Militano sarebbe un ottimo candidato alla presidenza della Regione Calabria, di là dalle bandiere di partito. Costì ne darò le ragioni. Per onestà intellettuale, premetto che sono di parte, …

Pubblicato il: 16/06/2021 – 18:50
di Emiliano Morrone*
«Paola non lascia il Corriere per la politica»

Paola Militano sarebbe un ottimo candidato alla presidenza della Regione Calabria, di là dalle bandiere di partito. Costì ne darò le ragioni. Per onestà intellettuale, premetto che sono di parte, avendo un legame irriducibile con il Corriere della Calabria, fondato dal compianto Paolo Pollichieni. Pertanto scrivo con dichiarato coinvolgimento emotivo, personale. Vogliate dunque scusarmi, se per una volta mi sbilancio, se qui mi schiero a favore di un criterio, di cui dirò poi.
Come noto, il Pd ha chiesto la candidatura alla nostra direttrice, ma Paola ha rifiutato per espressi motivi: non vuole trascinare il giornale nel gioco delle parti, comunque spietato; pensa, a ragione, che la politica sia ancora assente, lontana.
Il Corriere della Calabria ha una storia, un’identità precisa. Nasce e matura con Pollichieni, ne continua l’opera: verità, terzietà, profondità e cultura dell’emancipazione collettiva, della gente di un Sud contrito che cerca lavoro, salute e fortuna; troppo spesso altrove. Perciò i “ragazzi” del Corriere hanno un’eredità pesante sulle spalle: seguire le orme e la voce di Paolo, che ebbe il coraggio della chiarezza, dell’autocritica e del giudizio sui fatti, ostinati come la vita, il tempo, la morte.
Paola Militano ha un compito fisso, cui si dedica dalla scomparsa prematura di Paolo Pollichieni. La direttrice deve guidare la redazione, che si occupa di una terra di contrasti marcati: ’ndrangheta, collusioni, doppiezze, vendette, fatiche, esempi, bellezza, sentimento, speranze. E sa, Paola, quanto per una testata giornalistica sia difficile, in Calabria, mantenere libertà, autorevolezza, séguito ed entrate. Si tratta di una professionista che ha grinta, tenacia, spalle robuste; che si spende per garantire l’indipendenza e la qualità dell’informazione; che lavora senza paura; che si mette davanti al gruppo, se qualcuno tenta di attaccarlo o prova a intimorirlo.
Quindi la decisione di Paola è netta: non lascia il suo posto per la politica, nella peggiore delle ipotesi per un probabilissimo seggio nel parlamentino della Regione. Così la direttrice del nostro Corriere ha dato prova di attaccamento al progetto editoriale, al ruolo, al rischio d’impresa, al mestiere. Ai suoi “ragazzi”, comprese le colleghe, che ogni giorno raccontano i guai e le potenzialità della Calabria. Ai tanti collaboratori che spiegano le dinamiche politiche e sociali, che da posizioni differenti propongono idee, interventi, soluzioni di utilità pubblica.
Eppure, la direttrice poteva accettare la candidatura, avendo pieni requisiti: testa, visione, contezza dei bisogni comuni e dei rapporti di forza; equilibrio, dinamismo, autonomia, coscienza. I suoi editoriali sono lucidi e sferzanti, analitici e costruttivi, concreti e carichi di passione civile, potenti quanto veritieri. Lungi da me, anche perché piuttosto interno, l’apologia del Corriere della Calabria, riconosciuto come spazio, gratuito, di approfondimento costante, aperto e plurale. Posso affermare, però, che diversi giornalisti calabresi avvertono il bisogno di indicare strade, rotte di cambiamento. Con argomenti e credibilità che derivano dall’indagine su accadimenti e retroscena, dalla loro esposizione quotidiana al verdetto dei lettori. Paola è tra questi.
In un contesto, quale quello calabrese, di confusione politica e di scollamento tra partiti e territori, nella scelta dei candidati andrebbe privilegiato il criterio dell’impegno sul campo, della conoscenza dei problemi locali, del contributo alla comprensione dei fatti, della loro complessità e valenza pubblica. Per questo ritengo che Paola Militano sarebbe un ottimo candidato alla presidenza della Regione Calabria. Indipendentemente dai simboli sulle schede elettorali.

*giornalista

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x