Ultimo aggiornamento alle 13:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Eccellenze sanitarie

Intervento al Papa, c’è un calabrese nell’equipe

Il professor Sofo è tra i massimi esperti in malattie dell’intestino. Era nello staff dei 10 medici che hanno seguito il Pontefice

Pubblicato il: 05/07/2021 – 21:41
Intervento al Papa, c’è un calabrese nell’equipe

ROMA C’è un calabrese nello staff che ha operato il papa al Policlinico Gemelli di Roma. Si tratta di Luigi Sofo, nato nel 1956 in Calabria, direttore dell’Uoc di Chirurgia Addominale e professore associato di chirurgia generale alla Cattolica. È tra i massimi esperti in Italia nel trattamento di malattie infiammatorie croniche dell’intestino. Dunque una mano esperta ad hoc per il tipo d’intervento a cui si è sottoposto il Santo Padre: intervento programmato all’intestino.
Il professore era tra i dieci medici che hanno seguito il Papa in sala operatoria. L’equipe, in particolare era composta da sanitari con un’età media di 60 anni e originari da diverse regioni italiane, dal Piemonte come dalla Puglia
Il più giovane ha 37 anni e si chiama Roberto De Cicco, mentre ne ha 73 Giovanni Battista Doglietto, che fu anche il primo aiuto del professor Crucitti durante l’intervento di Giovanni Paolo II nell’81. Ad operare Sua Santità è stato Sergio Alfieri, nato nel 1966, responsabile dell’Unità Operativa complessa di Chirurgia digestiva.
Ad affiancarlo c’era anche il suo medico personale, Roberto Bernabei, fiorentino di nascita, classe 1952, direttore del Dipartimento di Scienze geriatriche e ortopediche della Fondazione Policlinico Gemelli Irccs e ordinario di Medicina Interna all’Universita’ Cattolica, esperto a livello internazionale e autore di oltre 200 lavori in riviste scientifiche e 8 libri.
A coordinare le cure anestesiologiche a cui il Santo Padre è stato sottoposto, la professoressa Liliana Sollazzi, direttore Unita’ Operativa Complessa Anestesia delle Chirurgie Generali e dei Trapianti, e Massimo Antonelli, classe 1957, direttore Dipartimento e della Scuola di Specializzazione di anestesia e rianimazione all’Università Cattolica. Accanto a loro, Maurizio Soave, nato nel 1968, dirigente medico dell’Uoc di Anestesia, Rianimazione e Tossicologia Clinica, e Roberto De Cicco, nato nel 1984 Marigliano (Napoli) dirigente medico presso l’Uoc Anestesia delle Chirurgie Generali e dei Trapianti.
Della Uoc di Chirurgia digestiva del Policlinico Gemelli fanno parte anche due giovani under 45: Roberta Menghi, classe 1982 e Antonio Tortorelli, nato San Giovanni Rotondo (Foggia) nel 1978. Ma oltre a chi lo ha seguito in sala operatoria e ai due infermieri del Vaticano che lo assistono personalmente, Papa Francesco puo’ contare sulle cure di tutto il personale medico e gli operatori sanitari del Gemelli.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb