Ultimo aggiornamento alle 19:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la kermesse

Megalithos Festival, “La città delle pietre” emoziona e strappa applausi

A Nardodipace in scena la rappresentazione allestita dalla cooperativa Edizione Straordinaria. Oggi chiusura della riuscita manifestazione

Pubblicato il: 25/07/2021 – 8:25
Megalithos Festival, “La città delle pietre” emoziona e strappa applausi

NARDODIPACE (VIBO VALENTIA) Riprende con un’opera teatrale scritta esclusivamente per questo importante progetto culturale promosso dal Comune di Nardodipace e co-finanziato dal Pac Calabria 2014-2020 (azione 1, tipologia 1.3, annualità 2019) il “Megalithos Festival” che chiuderà i battenti stasera nel Geosito A. Nell’ultima giornata è andata in scena una suggestiva rappresentazione teatrale affidata alla bravura e alla creatività della cooperativa Edizione straordinaria Scuola di teatro Enzo Corea che recupera l’appuntamento mancato di domenica scorsa, saltato a causa del maltempo. “La città delle pietre” a cura della cooperativa Edizione straordinaria Scuola di teatro Enzo Corea è il tentativo intimo e riuscito da dare un significato ai sassi di Nardodipace. Gli allievi e le allieve del direttore artistico Salvatore Emilio Corea – che ha scritto e diretto l’opera – hanno letto e sentito varie leggende a riguardo e ne hanno voluto scrivere una propria e originale che potesse rendere questo posto ancora più magico. E così Geosito di Nardodipace, diventa la dimora dei figli di nessuno, i bambini scacciati dalla Terra del Dove che vivono ai margini di una civiltà di un tempo che fu nascosti e protetti dai megaliti. Nel silenzioso abbraccio della montagna, all’ombra del caloroso abbraccio delle pietre, si susseguono i quadri teatrali dei talentuosi attori della compagnia diretta da Corea. “È questa la nostra storia – dicono le ragazze e i ragazzi del Teatro di Mu – i cui i protagonisti sono ragazzi e bambini che hanno a che fare con un mondo magico, come magica è la natura di questo posto incantato. Fino all’alba che verrà. Dentro l’alba che verrà”. Personaggi ed interpreti: Puck – Karola De Tommaso; Lenut – Valentina Mazzei; Arami – Carlotta Abronzino; Ferula – Laura Zinni; Margherita – Arianna Aversa: Blimunda – Giulia Petrolo; Ciaula – Matilde Abronzino; Momo – Nairi Montesano; Sonja – Chiara Tallini; Ismaele – Alessandro Muleo; Alice – Giorgia Procopio; Cosette – Gaia Anzalone; Dulcinea – Giorgia Pietramala; Fedra – Elisa Argentieri Piuma; Nelly – Sofia Trovato; Arloc – Marianna Greco; Evut – Giorgia Longo; Timbar – Davide Colicchia; Mist – Marta Anzalone. Responsabile tecnico, Davide Esposito. Oggi la Prima edizione del “Megalithos Festival” chiude i battenti. Dopo la “Sagra della Capra” prevista per le 13 – nel Geosito A – alle 15 è previsto il concerto per tamburi a cornice e voce di Andrea Piccioni; alle ore 16 – Trekking tra le “Pietre Incastellate”; alle ore 17 – (Geosito B) le “Risonanze tra terra e cielo”, il Coro gregoriano Ancillae Domini diretto da Licia Di Salvo.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x