Ultimo aggiornamento alle 17:23
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

l’annuncio

Boccia a Lamezia: «Pronte otto liste a sostegno di Amalia Bruni. Nomi inediti e scelte severe»

Il responsabile Enti locali annuncia l’applicazione di un «rigoroso codice etico». A Cosenza «tre candidati papabili: Caruso, Rende e Misiti»

Pubblicato il: 31/07/2021 – 13:32
di Fabio Benincasa
Boccia a Lamezia: «Pronte otto liste a sostegno di Amalia Bruni. Nomi inediti e scelte severe»

LAMEZIA TERME Francesco Boccia raggiunge puntuale alle 12 e insieme al commissario regionale Stefano Graziano, la sede regionale del Pd a Lamezia Terme. L’occasione per fare il punto sui prossimi appuntamenti elettorali. «L’obiettivo – sottolinea Graziano – è iniziare a lavorare sui temi. Lunedì, apriremo la campagna elettorale di Amalia Bruni e sarà insieme a noi anche la senatrice Simona Malpezzi». Graziano e Boccia prima dell’incontro con la stampa hanno partecipato alla riunione della coalizione. «Siamo già ad oltre 8 liste pronte a sostenere Amalia Bruni, che mostra un crescente entusiasmo. Ritengo sia l’unica possibilità reale per non far arrivare a Palazzo Campanella il duo Spirlì-Occhiuto». Graziano poi puntualizza, con un messaggio rivolto soprattutto a De Magistris e Oliverio: «Chi non vuole il centrodestra alla Regione, voti Amalia, e chi si posiziona in una logica diversa da quella prospettata dal nostro partito fa il centravanti di Occhiuto». Il commissario regionale poi annuncia «nella terza settimana di settembre – dopo oltre 5 anni – il ritorno della festa regionale dell’unità. A settembre terremo “L’assemblea delle idee” e tutti i circoli lavoreranno per darci dieci idee per la Calabria che saranno condivise con il segretario nazionale Letta.

graziano pd
Stefano Graziano – Commissario Pd Calabria

«Nelle liste nomi inediti»

Spetta a Francesco Boccia, responsabile degli enti locali del Pd annunciare la vera novità che riguarderà la costruzione delle liste: «Amalia è la dimostrazione plastica di come la politica sia in grado di mettere insieme resistenza e azione. Ora è il tempo dell’azione e le liste daranno un segnale forte». «Ci sarà tanto civismo – aggiunge Boccia – molte sorprese e tanti nomi inediti». Sui controlli sulle liste, Boccia non ammette errori: «Il Pd ha un codice etico molto rigoroso e siano disposti a rafforzarlo e di questo si occuperà Amalia Bruni che proporrà un patto civico ai calabresi, sostenuto da tutto il Pd. Sul rispetto della candidatura di Bruni, Boccia chiede «a tutti i partiti in campo, e anche all’opposizione, di riconoscere lo straordinario lavoro svolto in questi anni dalla dottoressa, direttrice del centro di neurogenetica». «Arrivano segnali strani – chiosa Boccia – non vorrei che qualcuno solo perché Amalia è la candidata del centrosinistra possa mettere in dubbio il suo impegno passato e futuro». «Chiedo a Spirlì e Occhiuto di tutelare e difendere Amalia».

boccia pd
Francesco Boccia – Responsabile Enti locali del Pd

Sondaggio a Cosenza: i tre candidati più votati

Non solo regionali. L’intervento di Boccia – in qualità di commissario della federazione cosentina del Pd – si sposta sulle elezioni amministrative di Cosenza. «Abbiamo realizzato un sondaggio coinvolgendo pezzi interi di politica e società civile. Cosenza è una città importante e deve riscattarsi». Da quanto emerso nel sondaggio, «il 58% dei cosentini ha definito prioritaria la soluzione del tema rifiuti, mentre il 29% ritiene più urgente risolvere il tema legato alla costante assenza di acqua e della difficile e complessa gestione della risorsa idrica». «A Spirlì e Occhiuto – aggiunge Boccia – consiglio di tornare per strada e non rimanere chiusi nella torre d’avorio: occorre ascoltare la voce del popolo». Sui nomi dei tre candidati più votati, Boccia prima glissa poi si annuncia (senza fornire dati) il risultato. I tre candidati più votati sono Franz Caruso, Bianca Rende e Massimo Misiti. «A Cosenza il centrosinistra vince se è unito».

Lo scorporamento del debito sanitario

Altro tema caldo toccato da Boccia riguarda il settore sanitario. «Proporremo – annuncia – la separazione del debito accumulato dalla Calabria prima del commissariamento, dal buco la cui responsabilità è direttamente imputabile all’azione dei commissari». «E’ un tema serio – continua Boccia – daremo battaglia in Cosngilio regionale e solleveremo la questione anche in Parlamento».

«Salvini torna al Papete»

L’ultima parte di intervento, Boccia la dedica al leader della Lega, Matteo Salvini che «è tornato al Papete e ha attaccato Letta utilizzando frasi scomposte». «A Salvini – conclude -dico di non fare polemiche ma di aiutare il Pd a convincere gli italiani a vaccinarsi».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x