Ultimo aggiornamento alle 21:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

la corsa ai seggi

Pluri candidati, “parenti di” e sindaci a volontà. Ecco chi aspira a entrare nell’Astronave

Il “caso Tansi”: capolista in tutte le circoscrizioni e anche alle Comunali di Cosenza. Il ricambio generazionale “made in Gentile” e l’esercito di amministratori in lizza per un posto al sole

Pubblicato il: 05/09/2021 – 7:20
Pluri candidati, “parenti di” e sindaci a volontà. Ecco chi aspira a entrare nell’Astronave

CATANZARO Polemiche sul filo della sirena, esclusioni eccellenti, candidati per tutte le circoscrizioni (qualcuno anche di più). E poi sindaci in campo, aspiranti consiglieri di ritorno con cambio di schieramento e (anche) volti nuovi. La corsa a un seggio di Palazzo Campanella inizia oggi: ci sperano in tanti ma la maggioranza resterà delusa.  

I candidati multipli (uno soprattutto)

Qualcuno ci spera a tutte le latitudini calabre e in tutte le competizioni. È il caso dell’ex capo della Protezione civile regionale Carlo Tansi: l’ipertrofia da candidatura lo porta a guidare la propria lista, “Tesoro Calabria”, in tutte le circoscrizioni della regione. Non contento, il geologo si presenta come capolista (sempre di “Tesoro Calabria”) anche alle Comunali di Cosenza, a sostegno della candidatura a sindaco di Bianca Rende. Verrebbe da chiedersi (ma non ce lo chiediamo) cosa avrebbe detto Carlo Tansi se lo avesse fatto qualcun altro. A Nord, Centro e Sud i calabresi troveranno anche Mimmo Lucano, ex sindaco del modello Riace e candidato simbolo dello schieramento che sostiene Luigi de Magistris. Anche la costituzionalista Anna Falcone correrà in più collegi, Nord e Centro, nella lista de Magistris presidente. 

La (solita) carica di sindaci ed ex sindaci 

Nella lista “Amalia Bruni presidente” si affacciano sindaci ed ex sindaci. Ci sono il primo cittadino di Roseto Capo Spulico Rossana Mazzia, il sindaco di Rocca Imperiale Giuseppe Ranù, il sindaco di Sellia Davide Zicchinella e l’ex sindaco di Acquaformosa Giovanni Manoccio. Con Roberto Occhiuto c’è il primo cittadino di Castrolibero Giovanni Greco (la sua presenza è frutto di un patto federativo con Italia del Meridione, formazione guidata dall’ex consigliere regionale – e sindaco di Castrolibero – Orlandino Greco), accompagnato dalla collega di Lattarico Antonella Blandi. In lista anche l’ex sindaco di Lamezia Terme Pasqualino Scaramuzzino, il sindaco di Sellia Marina Francesco Mauro, (nell’Udc) il primo cittadino di Montalto Uffugo Pietro Caracciolo e in Coraggio Italia il sindaco di Montepaone Mario Migliarese. Un ex sindaco in lizza anche con Mario Oliverio: è Giuseppe Belcastro, che ha guidato San Giovanni in Fiore. E Luigi de Magistris ha nella sua squadra un primo cittadino dell’Alto Tirreno cosentino: Ugo Vetere, sindaco di Santa Maria del Cedro. 

La schiera dei familiari

Argomento di avvicinamento alla campagna elettorale: i familiari dei politici candidati nelle liste. Qualcuno ne fa un caso, per altri è semplicemente politica. Che in Calabria, spesso si declina secondo linee ereditarie del consenso. Così Luciana De Francesco, moglie di Luca Morrone (a sua volta figlio dell’ex consigliere regionale Ennio) trova posto come quota rosa nella lista di Fratelli d’Italia per la circoscrizione Nord. E Katya Gentile, figlia del decano dei consiglieri Pino (non rieletto alle ultime Regionali) trova posto nella lista di Forza Italia; suo cugino Andrea Gentile (figlio dell’ex sottosegretario Tonino) prenderà posto alla Camera dei deputati se Occhiuto sarà il nuovo governatore. Quando si dice il ricambio generazionale. Figlia d’arte è anche Silvia Parente, giovane avvocatessa del foro di Catanzaro: correrà per Forza Italia, che suo padree Claudio ha guidato in passato come capogruppo in consiglio regionale. Sempre nel centrodestra ci sono Piercarlo Chiappetta, cognato di Mario Occhiuto candidato in Forza Azzurri, e Carmela Pedà, imprenditrice di Gioia Tauro che si affaccia alla politica seguendo le orme del fratello Giuseppe, già consigliere regionale. Parentele di peso, ma anche carriere politiche già ben definite per conto loro, hanno Flora Sculco – figlia dell’ex consigliere regionale Enzo, passata al centrodestra nell’Udc dopo aver sostenuto in passato Mario Oliverio – e Graziano Di Natale, genero dell’ex eurodeputato e assessore regionale all’Agricoltura Mario Pirillo: lui correrà con il Pd. 

Due editori in lizza

In lizza ci sono anche due editori. Si tratta di Salvatore Gaetano, patron di “VideoCalabria” nelle liste di Forza Italia per la circoscrizione Centro, già candidato nella tornata del 2020 con la Lega, e Rosario Vladimir Condarcuri, editore del settimanale La Riviera, che si schiera a sostegno di Mario Oliverio.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x