Ultimo aggiornamento alle 21:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la solidarietà

«Lucano non è solo», mobilitazioni in tutta Italia. «Riace ha fatto la rivoluzione»

Oggi appuntamenti a Roma, Napoli, Genova e Firenze. Il messaggio di don Ciotti dopo la condanna: «Quel patrimonio non si disperda»

Pubblicato il: 01/10/2021 – 13:14
«Lucano non è solo», mobilitazioni in tutta Italia. «Riace ha fatto la rivoluzione»

REGGIO CALABRIA «Nonostante le ore difficili che hanno seguito la lettura del dispositivo di sentenza che ha condannato Mimmo Lucano a 13 anni e 2 mesi, oggi possiamo dire che Domenico Lucano non è solo. Tutta l’Italia sta rispondendo al nostro appello per la costruzione di mobilitazioni democratiche in concomitanza con l’iniziativa a Riace». È quanto si legge in una nota del movimento “Un’altra Calabria è possibile”.
Le Mani Rosse antirazziste si raduneranno oggi alle 19.30 di fronte alla statua di Giordano Bruno a Campo dei Fiori a Roma; Napoli Senza Confini ha chiamato un presidio in Piazza Plebiscito alle ore 16.00 al grido di “La solidarietà non è un reato!”; associazioni dell’area pacifista genovese hanno chiamato un momento per le 18.00 a Piazza De Ferrari; appuntamento a Firenze alle 18.30 di fronte al Battistero in piazza del Duomo. E poi tante altre città si aggiungono all’elenco: ieri Milano, oggi Varese, Pisa, domani Bologna. In sole 24 ore una petizione lanciata su Change.org (https://bit.ly/3kWGQvC) ha raggiunto più di 70.000 firme. Qui un elenco in costante aggiornamento delle varie piazze: https://comune-info.net/io-sto-con-mimmo-lucano/.
Oltre a padre Alex Zanotelli, che fin dall’inizio ha espresso la sua solidarietà a Domenico Lucano e il dissenso per questa sentenza, oggi anche Don Luigi Ciotti si mostra solidale: «Si ripropone qui il contrasto che sin dai tempi antichi – valga su tutti l’esempio di Antigone – si è prodotto a volte tra le leggi dei codici e le leggi della coscienza». Ribadita la sua vicinanza a Mimmo Lucano, Don Ciotti si augura «che al netto degli incidenti giudiziari non si disperda il prezioso patrimonio sociale e culturale rappresentato dall’esperienza di Riace».
«Oggi, saremo tanti e tante a Riace, per ribadire ancora una volta che noi stiamo con Domenico Lucano. L’impegno politico di Mimmo Lucano non si arresta a causa di una condanna che riteniamo ingiusta e assurda, anzi: riteniamo che votare Domenico Lucano e Un’altra Calabria è possibile alle imminenti elezioni regionali sia un modo per mostrare a tutto il mondo da che parte stanno i calabresi e le calabresi. Vi aspettiamo alle 16, all’anfiteatro di Riace, dove lo spettacolo “Riace Social Blues” ripercorrerà la storia di questo piccolo borgo che ha fatto la rivoluzione», chiosa la nota.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x