Ultimo aggiornamento alle 13:48
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’appello

Gratteri: «Bisogna dirlo ai commercianti: meglio fallire che rivolgersi agli strozzini»

Il procuratore di Catanzaro a Napoli: «Non è un momento felice per parlare di riforme sul piano penale, vista la Cartabia»

Pubblicato il: 16/10/2021 – 12:40
Gratteri: «Bisogna dirlo ai commercianti: meglio fallire che rivolgersi agli strozzini»

NAPOLI «In Italia andrebbero riviste tante cose. Purtroppo non è solo questa norma che andrebbe rivista, ma non mi pare che sia un momento felice per parlare di riforme sul piano penale, processuale o detentivo considerata la riforma Cartabia». Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri, rispondendo ai cronisti rispetto alla necessità o meno di mettere mano alla legislazione in materia di usura, a margine del convegno della Consulta nazionale antiusura.
«Bisogna spiegare ai commercianti che è meglio fallire che rivolgersi agli usurai. Dall’usura non si esce, l’usura è come la droga: è una dipendenza – ha aggiunto – Non bisogna assolutamente pensare che l’usura sia una scorciatoia, se le banche e le finanziarie non prestano soldi, se i parenti hanno chiuso i rubinetti vuol dire che c’è qualcosa che non va, che tutti si sono resi conto che non ci sono più margini sul piano imprenditoriale per quell’attività commerciale e allora l’unico che non lo capisce è l’usurato che è come un pugile suonato».
«Bisogna stare vicino a queste persone che sono ormai nel pallone e fragili dal punto di vista psicologico – ha concluso Gratteri – per spiegargli che l’usura è una strada di non ritorno perché non solo perderà il bene, l’attività commerciale ma anche la stima della sua famiglia».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb