Ultimo aggiornamento alle 12:50
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’emergenza

Covid, allarme in ospedale a Crotone: livello arancione per accessi e ricoveri

Dopo i casi in Geriatria, Medicina, Medicina d’urgenza e Nefrologia, il management cambia le regole per l’ingresso ai reparti

Pubblicato il: 30/12/2021 – 17:29
Covid, allarme in ospedale a Crotone: livello arancione per accessi e ricoveri

CROTONE Istituito il livello arancione per l’accesso e i ricoveri all’ospedale di Crotone. La decisione è stata presa oggi dalla Direzione sanitaria del presidio ospedaliero “San Giovanni di Dio”, applicando il regolamento degli accessi e dei ricoveri introdotto con la delibera del direttore generale ff numero 273 dell’Azienda sanitaria provinciale emanata l’11 novembre 2020. Con l’istituzione della zona arancione si intende «limitare la diffusione del contagio del Covid-19» e garantire così «la sicurezza dei pazienti, del personale e della collettività».
Le limitazioni introdotte, con l’istituzione della zona arancione, non vengono applicate «per i pazienti afferenti al pronto soccorso per i quali sono previsti percorsi specifici». La diffusione del contagio da Covid-19 nella provincia di Crotone sta creando molte difficoltà. Il contagio non salva nemmeno l’ospedale per cui la Direzione sanitaria del nosocomio ha deciso di ricorrere ai ripari, impedendo l’accesso facile nei reparti, soprattutto da parte di soggetti esterni.
Le restrizioni dovrebbero impedire, quindi, anche ai familiari dei degenti di entrare in ospedale con facilità. L’istituzione della zona arancione si è resa necessaria in quanto al “San Giovanni di Dio” si sono avuti focolai di Covid nei reparti di Geriatria, Medicina, Medicina d’urgenza e nefrologia. I tamponi effettuati sul personale dell’ospedale sono risultati negativi. Si evince, quindi, che il Covid nei reparti è stato portato dall’esterno (presumibilmente dai parenti-visitatori).
Il divieto all’acceso non riguarda solo i reparti, perché non sarà consentito di entrare in ospedale nemmeno agli accompagnatori dei pazienti che si recano presso i poliambulatori per le visite. La diffusione impazza e nella provincia di Crotone si sta vivendo un momento particolarmente delicato. I dati di oggi, quelli contenuti nel bollettino dell’Asp pitagorica, dicono che sono stati individuati altri 143 nuovi positivi. I comuni più colpiti sono Crotone (49 casi), Cutro (16), Mesoraca (undici), Petilia Policastro (15), Roccabernarda (11) e Santa Severina (8). Oggi c’è stato anche un morto: un paziente residente a Crotone. Resta sempre alto il numero di ricoverati nel reparto Covid dell’ospedale di Crotone: oggi sono 26. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x