Ultimo aggiornamento alle 9:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il provvedimento

Scarsi controlli (e omissioni) sull’antiriciclaggio, “punita” la Bcc del Catanzarese

Ultimo atto di Bankitalia prima della fusione: una sanzione pecuniaria da 60mila euro per le irregolarità registrate dagli ispettori

Pubblicato il: 10/01/2022 – 11:39
Scarsi controlli (e omissioni) sull’antiriciclaggio, “punita” la Bcc del Catanzarese

CATANZARO È uno degli ultimi atti prima di quello che ha sancito la fusione della Banca del Catanzarese assieme ad altre tre realtà calabresi (le Bcc del Vibonese, del Crotonese e di Cittanova) per dare vita alla Banca della Calabria Ulteriore. E non è un “saluto” condito di complimenti quello rivolto dalla Banca d’Italia all’istituto di credito del capoluogo. Porta la data del 9 novembre 2021 e si chiude con la decisione di infliggere alla Banca una sanzione amministrativa pecuniaria di 60mila euro.

Bcc del Catanzarese, le «irregolarità» nei controlli antiriciclaggio

Il provvedimento, in parte omissato, fa riferimento a una serie di «irregolarità» registrate dagli ispettori di Palazzo Koch. Innanzitutto, la Bcc avrebbe manifestato carenze nell’adempimento degli obblighi di adeguata verifica, di collaborazione attiva e nei controlli antiriciclaggio». Si tratta, in parte, delle procedure previste dal decreto legislativo numero 231 del 2007, emanato in attuazione di una direttiva europea «concernente la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo». Una serie di carenze nella valutazione del rischio che le operazioni nascondano “pericoli” e nella verifica “rafforzata” dei «fattori di rischio relativi ai clienti». Altro punto saliente nel dossier è l’«omissione degli obblighi di segnalazione di operazioni sospette». 

«Nessuna osservazione sulla proposta di sanzioni pecuniarie»

È stato il servizio Rapporti istituzionali di Vigilanza a proporre al Direttorio della Banca d’Italia l’applicazione di sanzioni pecuniarie nei confronti della Banca del Catanzarese. E l’istituto bancario locale, si legge nell’atto, «non ha presentato osservazioni in merito alla proposta del Servizio Rapporti Istituzionali di Vigilanza». Si è chiusa così la corsa della Bcc del capoluogo, ora attesa, assieme alle tre banche “sorelle” da una nuova sfida. Con un nuovo management chiamato a una maggiore attenzione alle regole. 

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.c.a.r.l. ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb