Ultimo aggiornamento alle 14:30
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

mercato del lavoro

Garanzia Giovani, Tavernise: «Gravi ritardi della Regione nel pagamento dei tirocinanti»

Il consigliere regionale del M5S: «I beneficiari attendono 9 mesi o più. Risulta che non siano state erogate alcune indennità del 2015-2016»

Pubblicato il: 25/01/2022 – 12:06
Garanzia Giovani, Tavernise: «Gravi ritardi della Regione nel pagamento dei tirocinanti»

REGGIO CALABRIA «In Calabria i pagamenti delle mensilità, spettanti a quanti hanno aderito al programma Garanzia Giovani, con tirocini formativi già conclusi o in fase di conclusione, continuano a subire gravi ritardi. I beneficiari attendono 9 mesi o più, prima di vedere, finalmente, versato il corrispettivo dovuto. Risulta, addirittura, che non siano state erogate le indennità per alcuni tirocinanti della programmazione 2015-2016. Per molti ragazzi, l’adesione al piano europeo di contrasto alla disoccupazione, si sta trasformando, così, in una vera e propria odissea. Avrebbe dovuto, viceversa, rappresentare un’opportunità, soprattutto in una regione come la nostra, dove il mondo giovanile segnala un tasso di disoccupazione pari al 49,2%». La denuncia arriva dal capogruppo del M5S, in Consiglio regionale, Davide Tavernise ed è contenuta in un’interrogazione depositata nella mattinata di lunedì 24 gennaio.
«Una percentuale, quest’ultima – continua Tavernise – cresciuta rispetto al 2020 per effetto della pandemia. Sono numeri che preoccupano, se li rapportiamo a quanto mediamente accade nel resto del Paese, dove il tasso di disoccupazione giovanile nel 2020 si è attestato al 29,4%. Praticamente in linea con il dato dell’anno precedente (29,2%). Tanto dimostra che la crisi economica, conseguenza della pandemia, ha colpito, in Calabria, soprattutto le giovani generazioni».
«Nella nostra Regione, si prospettano, in ogni caso, nuove opportunità di lavoro che non possono essere colte: molte sono, infatti,  le aziende che non riescono a trovare personale da inserire nel proprio organico – prosegue Tavernise –. In tale contesto, non dare risposte immediate, soprattutto in termini di pagamento, ai giovani che partecipano al Programma Garanzia Giovani, che cercano di inserirsi nel mondo del lavoro e che molto spesso affrontano spese per potersi recare in altri comuni per il loro tirocinio, è assolutamente inammissibile».
«Eppure dal 2015 al 2020 la Regione Calabria ha avuto a disposizione 180 milioni di euro da destinare all’attuazione del Programma “Garanzia giovani”, soldi che sembrerebbe averne impegnati solo per 25 milioni. A tanto – conclude Tavernise – si aggiungeranno le somme relative al programma Garanzia Occupabilità dei Lavoratori (GOL), inserite nell’ambito della Missione 5, Componente 1 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza. Per la Calabria, dal 2021 al 2025, saranno disponibili ulteriori 40 milioni di euro, mentre l’obiettivo da centrare, entro la fine del 2022, è il reinserimento di 27mila persone nel mercato del lavoro».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Design: cfweb

x

x