Ultimo aggiornamento alle 22:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

por calabria

Fondi Ue, Ferrara: «La Calabria spende poco e malissimo le risorse europee»

L’eurodeputata commenta la Relazione annuale della Corte dei Conti. «La regione arranca arranca nella certificazione della spesa»

Pubblicato il: 10/02/2022 – 13:35
Fondi Ue, Ferrara: «La Calabria spende poco e malissimo le risorse europee»

ROMA L’eurodeputata Laura Ferrara commenta la Relazione annuale sull’uso dei fondi comunitari pubblicata dalla sezione di controllo per gli affari comunitari e internazionali della Corte dei conti. «Un report – scrive Ferrara – che restituisce una Calabria che arranca nella certificazione della spesa, anche rispetto alle altre Regione meno sviluppate. La nostra Regione continua a registrare notevoli ritardi nella certificazione della spesa ma soprattutto rimane in cima alla graduatoria per numero di frodi e irregolarità. Quello delle irregolarità sistemiche nel controllo dei progetti finanziati in Calabria è purtroppo un dato acquisito da tempo e sul quale non si intravede alcun miglioramento. I revisori dei conti della Commissione Europea già tre anni fa avevano evidenziato che il sistema di gestione e controllo del POR Calabria presentava importanti criticità. Come se non bastasse – prosegue Ferrara – dai dati emersi durante l’ultimo Comitato di Sorveglianza, le procedure avviate attualmente a valere sul POR Calabria 2014/2020 non consentirebbero di assicurare il pieno assorbimento delle risorse e la spesa cumulata prevista al 31 dicembre 2023 si attesterebbe poco oltre i 2 miliardi, con una perdita di risorse stimabile al 9 % della dotazione dell’attuale piano finanziario per complessivi 206 milioni di euro. Ad un anno dalla rendicontazione finale del Programma operativo 14-20, con la Programmazione 21-27 da avviare e la necessità di partire anche con gli investimenti sul Pnrr, la Calabria si trova ancora a fare i conti con le sue croniche carenze: spende poco e malissimo le risorse europee destinate al territorio, all’occupazione, ai servizi sociali, al miglioramento della qualità della vita dei calabresi.

Le amministrazioni locali devono compiere un salto di qualità, non solo a livello amministrativo. La politica ha grandi responsabilità nei fallimenti di questi ultimi 20 anni in materia di spesa dei fondi europei. Gli errori del passato hanno costretto migliaia di giovani a vivere il proprio futuro lontano da questa terra. Si programmi perché si possa anche restare in Calabria e partire non sia una scelta obbligata ma soltanto una possibilità” conclude l’europarlamentare del Movimento 5 stelle.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x