Ultimo aggiornamento alle 19:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

le richieste

Caso Sacal, futuro e lavoratori a rischio. «No a commissariamento o revoca» – VIDEO

Incontro organizzato dalla Uil in attesa del confronto con Occhiuto. «Chi ha sbagliato paghi, ma senza mettere a rischio i lavoratori»

Pubblicato il: 21/02/2022 – 13:01
di Giorgio Curcio
Caso Sacal, futuro e lavoratori a rischio. «No a commissariamento o revoca» – VIDEO

LAMEZIA TERME Una trattativa “rallentata” che preoccupa lavoratori e sindacati. Quello legato alla Sacal, la società che gestisce gli aeroporti di Lamezia, Crotone e Reggio Calabria, è già diventato un caso, da quando cioè il governatore della Regione, Roberto Occhiuto, aveva annunciato la (ri)acquisizione delle quote dell’azienda finite in mano ai privati, con il rischio – concreto – che Enac possa ritirare la concessione, gettando nel baratro l’intero sistema aeroportuale calabrese.

Lo “stallo” nella trattativa

L’incongruenza del costo delle quote che la Regione Calabria vorrebbe acquistare attraverso Fincalabra dai soci privati sarebbe, di fatto, il nodo ancora da sciogliere. Ma è altrettanto evidente la necessità di accelerare i tempi e diradare le nubi di incertezze: l’attuale governance, infatti, non può dare rassicurazioni sul futuro con alle porte una stagione estiva tutta da programmare per poter affrontare al meglio i “picchi” di affluenza e di arrivi in Calabria.  

«Sacal deve tornare pubblica»

«Chiediamo su questa partita concretezza perché ci sono in ballo moltissimi posti di lavoro» dice Santo Biondo, segretario della Uil Calabria, oggi a Lamezia per un incontro organizzato proprio per definire i passaggi che porteranno, auspicano, ad un celere confronto con Occhiuto. «Siamo dall’idea che Sacal debba essere una società a partecipazione pubblica, su questo aspettiamo le indicazioni di Occhiuto, dopodiché serve un piano industriale per capire quali saranno gli investimenti che saranno effettuati su tutti e tre gli aeroporti. Ma di una cosa siamo certi: la revoca della concessione sarebbe un azzardo che non può essere giustificato così come un eventuale commissariamento».

Chiesto l’incontro con Occhiuto

«Si sta scherzando con centinaia di posti di lavoro, Crotone è ormai chiuso, su Reggio Calabria c’è un rimbalzo di responsabilità sulle restrizioni che non consentono alle altre low-cost di atterrare in riva allo Stretto. Sono una serie di domande e noi siamo pronti a chiedere una convocazione al presidente Occhiuto». Questo invece il punto di vista di Giuseppe Rizzo, segretario generale Uil Trasporti Calabria ai microfoni del Corriere della Calabria. E in attesa dell’incontro che avverrà oggi a partire dalle 17 «vogliamo capire – spiega ancora – quali sono le reali intenzioni rispetto al futuro della società, poi chiediamo di poter partecipare come uditori ai prossimi Cda di Sacal per capire dove stanno davvero le responsabilità».  

«No a revoca o commissariamento»

Rispetto alla posizione della Cgil, la Uil spinge affinché si trovi una soluzione che non sia il commissariamento di Sacal e neanche la revoca della concessione «altrimenti – spiega Benedetto Cassala segretario generale Uil Catanzaro e Vibo – andremmo incontro a dei rischi che non siamo neanche in grado di immaginare o quantificare perché la garanzia della clausola sociale, per il futuro, un nuovo bando Enac non potrebbe garantirla, e poi perché abbiamo già alle spalle le esperienze di Crotone e Reggio Calabria rimasti fuori dall’azienda nonostante fossero stati rassicurati». «Se ci sono state delle illegittimità è giusto che paghi chi ha sbagliato, ma senza mettere a rischio quasi 300 lavoratori, sarebbe eccessivo». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x