Ultimo aggiornamento alle 0:09
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le scelte

Direzioni generali e partecipate, la Cittadella è pronta alle scelte

Dossier quasi tutti definiti dopo la riunione di pre-giunta. Sul tavolo anche enti e fondazioni. E la patata bollente del Corap

Pubblicato il: 04/03/2022 – 11:26
Direzioni generali e partecipate, la Cittadella è pronta alle scelte

CATANZARO L’architettura della “nuova” Regione è pronta. Gli ultimi dettagli sono stati definiti nei giorni scorsi, tra il consiglio regionale e la Cittadella. L’ok alla “manutenzione” normativa voluta dalla maggioranza ha fissato le condizioni per l’avvio della macchina. E una riunione di pre-giunta, giovedì, ha fatto segnare la sistemazione delle prime caselle che andranno a riempire direzioni generali e vertici di fondazioni e società controllate dall’amministrazione regionale. I tasselli sono tanti, e pare siano quasi tutti al proprio posto. Uno degli esempi del metodo seguito dalla giunta regionale è l’Avvocatura. I cui compiti sono stati modificati dalla legge “omnibus” votata nel corso dell’ultimo consiglio regionale. Che ha definito anche le caratteristiche del responsabile della struttura, chiamata ad affiancare il governatore (anche) «nell’esercizio dei poteri commissariali che competono a quest’ultimo», dunque nella delicata costruzione della sanità. Messo a punto il contenitore, manca soltanto chi lo dirigerà. E le voci convergono verso l’avvocato dello Stato Alfonso Mezzotero.


Le scelte della politica

Giunta regionale, in arrivo le nomine dei grand commis della Cittadella


Sono soltanto boatos, come quelli che vorrebbero Occhiuto predisposto a una scelta “interna” per affrontare il bubbone del Corap dopo le dimissioni del commissario Enrico Mazza. E poi, tra i ruoli da distribuire ci sono la presidenza della Film Commission per il dopo Minoli, a valle della trasformazione della Fondazione in agenzia territoriale con nuovi compiti centrali nella diffusione del brand Calabria. In questo caso, visto il divorzio dal giornalista, la discontinuità pare segnata. E si gioca nella scelta tra continuità e rottura anche il futuro di Lamezia Europa, altro contenitore chiamato a gestire in futuro importanti investimenti. Il refrain investe anche le scelte per le direzioni generali da assegnare. Ma il traguardo è vicino. Sul tavolo della riunione di pre-giunta i dossier erano (quasi) tutti definiti. (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x