Ultimo aggiornamento alle 12:44
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

Scoppia il caos al pronto soccorso di Corigliano: il medico aggredito ha chiesto il trasferimento

I problemi sono legati anche all’inadeguatezza dei locali. Programmati da anni i lavori di adeguamento. Lunedì l’avvio

Pubblicato il: 11/03/2022 – 12:21
Scoppia il caos al pronto soccorso di Corigliano: il medico aggredito ha chiesto il trasferimento

CORIGLIANO ROSSANO È piena emergenza al pronto soccorso dell’ospedale “Compagna” di Corigliano Rossano. Non bastassero i cronici problemi infrastrutturali – che da quanto appreso saranno presto risolti – nelle scorse ore si è registrata l’ennesima aggressione al personale sanitario.
L’episodio è avvenuto nel turno di notte e pare che il medico in servizio, nel chiedere ai familiari del paziente di uscire dalla sala, sia stato aggredito verbalmente in modo violento, tanto da chiamare i carabinieri.
La dottoressa, dopo l’episodio, ha immediatamente chiesto il trasferimento all’Asp di Cosenza che – da quanto appreso – sarà accordato solo nei prossimi giorni, a causa della ormai atavica carenza di personale.
Il management dell’Azienda sanitaria provinciale avrebbe chiesto al medico di “resistere” per qualche altro giorno, in attesa di quei rinforzi che in tutti i reparti dello spoke di Corigliano Rossano attendono da mesi.
L’incidente dell’altra sera sarebbe stato causato anche dalla confusione che si genera negli ambienti, per l’inadeguatezza dei locali del pronto soccorso di Corigliano, interessati da lavori di adeguamento ormai da anni. Sostanzialmente gli ingressi del pronto soccorso risultano incontrollati e gli astanti possono entrare nelle sale visita con facilità.
Probabilmente anche a causa dell’ultimo episodio di violenza, questa mattina si è tenuta una riunione tra il direttore del Dipartimento di Emergenza Urgenza dello spoke, Natale Straface, il direttore sanitario dell’Asp, Luigi Muraca, il responsabile del Servizio di Ingegneria clinica dell’Azienda, Antonio Capristo e i referenti della ditta che si occuperà dei lavori di adeguamento.
Quei lavori, programmati da anni, e su cui ha insistito molto anche il sindaco Flavio Stasi, riprenderanno lunedì prossimo e non con pochi disagi all’utenza. Il pronto soccorso di Corigliano, per questo motivo nelle prossime settimane potrebbe subire una riduzione delle attività, in attesa dei traslochi, o una momentanea chiusura con l’utenza dirottata sull’ospedale di Rossano. (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x