Ultimo aggiornamento alle 7:00
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la decisione

Vibo, estorsioni a una dipendente: assolto imprenditore

Cadono le accuse per il titolare di un centro Snai. Per i giudici «il fatto non sussiste»

Pubblicato il: 24/03/2022 – 19:49
Vibo, estorsioni a una dipendente: assolto imprenditore

VIBO VALENTIA «Il fatto non sussiste», è stato assolto con questa motivazione Antonio Galloro, cl. ’74 titolare di un centro Snai e accusato di estorsione ai danni di una lavoratrice. La decisione è dei giudici del Tribunale di Vibo Valentia – Gianfranco Grillone presidente . Secondo la tesi accusatoria, infatti, Galloro – difeso dall’avvocato Giuseppe Di Renzo e Giovanna Fronte – attraverso la minaccia di licenziamento avrebbe costretto la donna ad accettare «un trattamento retributivo deteriore e non adeguato alle prestazioni effettuate» e a «rinunciare alle proprie pretese lavorative, consegnandoli le quote maturate del TFR, accettando di simularne la ricezione sotto forma di assegno circolare» che poi la dipendente avrebbe dovuto restituirgli in contanti.  Il pm aveva chiesto tre anni e sei mesi di reclusione oltre a 500 euro di multa.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x