Ultimo aggiornamento alle 8:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la ricostruzione

Processo Bergamini, «Denis si è trovato al posto sbagliato, nel momento sbagliato»

In aula in Corte d’Assise a Cosenza, i racconti di amici e conoscenti del calciatore di Argenta. Internò a Paola con l’attuale marito «nel novembre dell’89’»

Pubblicato il: 28/03/2022 – 13:56
di Fabio Benincasa
Processo Bergamini, «Denis si è trovato al posto sbagliato, nel momento sbagliato»

COSENZA Dodicesima udienza in Corte d’Assise a Cosenza sulla morte di Denis Bergamini. I giudici sono chiamati a fare luce sulla morte del calciatore avvenuta il 18 novembre 1989 sulla statale 106, a Roseto Capo Spulico. Escussi, questa mattina, amici e conoscenti del giovane di Argenta che hanno ricordato in aula gli ultimi giorni di vita del centrocampista. Presente anche Isabella Internò, ex fidanzata di Bergamini e unica imputata nel processo.

I ricordi di Fabiana Novelli

La prima testimone a sottoporsi all’esame del pm Luca Primicerio, delle parti civili rappresentate dall’avvocato Fabio Anselmo e della difesa con gli avvocati Pugliese e Cribari è Fabiana Novelli, ex fidanzata di Gigi Simoni. Il portiere e amico fraterno di Bergamini, quando giocava a Cosenza, presentò la sua compagna a Denis. Novelli racconta – sollecitata dalle domande – di aver conosciuto Denis in una delle occasioni in cui raggiunse la Calabria per trascorrere del tempo con il suo fidanzato. La donna, infatti, non si trasferì mai a Cosenza, ma decise di continuare a vivere a Comacchio. Nella città dei bruzi conobbe Denis e Isabella Internò e prima della morte del calciatore ricorda di averlo visto un’ultima volta e di aver notato il suo sguardo «assente», «non era solare come al solito». Una circostanza di cui rese edotto anche Gigi Simoni. Qualche giorno dopo la morte di Bergamini, invece, Novelli riceverà una telefonata da Isabella Internò (con la quale non aveva mai avuto un rapporto di amicizia). Dall’altra parte della cornetta, l’ex fidanzata di Bergamini le chiederà se avesse informazioni in merito alla morte del calciatore.

Il racconto di Lucia Cuccaro

Tocca a Lucia Cuccaro, salire sul banco dei testimoni. La donna ha conosciuto Denis Bergamini nel ritiro pre-campionato dell’85’ in Toscana e da quel momento ha iniziato una relazione epistolare e telefonica con il calciatore. In aula, Cuccaro consegna alcune lettere e cartoline inviate dal centrocampista e legge una missiva scritta e destinata al papà di Denis, Domizio. Cuccaro, nel 2001, prende carta e penna subito dopo aver ascoltato una intervista rilasciata da Domizio in tv e racconta di esser convinta della non veridicità dell’ipotesi suicidaria legata alla morte di Denis. Ai dettagli forniti, Cuccaro aggiunge di aver incontrato Michele Padovano, ex compagno di Bergamini e di avergli chiesto lumi sulla morte del calciatore. Secondo quanto sostiene Cuccaro, Padovano avrebbe risposto: «Denis si è trovato al posto sbagliato, nel momento sbagliato».

Le ultime testimonianze

Prima della fine dell’udienza avvenuta intorno alle 13, difesa e accusa hanno avuto modo di sentire altri due testi. Rossella Fischetti, ebbe una relazione sessuale con Denis dal Giugno del 1988 ai primi giorni di Dicembre del 1988. In quel periodo Bergamini visse un momento travagliato con Isabella Internò con cui era legato sentimentalmente. Tiziana de Carlo, invece, all’epoca dei fatti fidanzata di Stefano Ruvolo (ex difensore del Cosenza calcio) avrebbe visto – secondo quanto dichiarato in aula – in un periodo compreso tra la fine del mese di Novembre del 1989 e dicembre dello stesso anno, Isabella Internò passeggiare sul corso di Paola in atteggiamenti intimi con l’attuale marito, Luciano Conte. E dunque nei giorni immediatamente successivi la morte del calciatore.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x