Ultimo aggiornamento alle 19:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la decisione

Petrolmafie, tornano in libertà i broker milanesi Porretta e Paduret

Lo ha stabilito il Tribunale del Riesame. I due imputati sono accusati di avere fatto da tramite tra i Mancuso e i fornitori di carburante

Pubblicato il: 01/04/2022 – 16:31
Petrolmafie, tornano in libertà i broker milanesi Porretta e Paduret

CATANZARO Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha annullato la sentenza che disponeva le misure cautelari nei confronti di Francesco Saverio Porretta e Irina Paduret, entrambi imputati nel processo Petrolmafie, istruito dalla Dda di Catanzaro contro presunti illeciti commessi nel commercio all’ingrosso dei carburanti, gestito da ditte che sarebbero vicine alla famiglia di ‘ndrangheta dei Mancuso.
Secondo l’accusa, Porretta, 47 anni, di Milano e Paduret, 36 anni, originaria della Moldavia ma residente a Milano, sarebbero i broker operanti nel territorio milanese che fungevano da collegamento tra i Mancuso e importanti fornitori, italiani e stranieri, di carburante. Accolta dal Riesame, dunque, di ritorno da una sentenza di annullamento con rinvio della Cassazione, la richiesta degli avvocati difensori Saverio Loiero e Salvatore Liotta. Esce dal carcere, dunque, Saverio Porretta mentre è stato annullato l’obbligo di dimora per Irina Paduret. (ale. tru.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x