Ultimo aggiornamento alle 23:43
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

le indagini

La scalata della ‘ndrangheta alle mense di Roma. «Abbiamo tutte le Rai, dell’Arma, dei ministeri»

Nuove intercettazioni depositate nell’inchiesta Propaggine. Il dialogo apre scenari inquietanti ma, per ora, non ci sono collegamenti diretti

Pubblicato il: 26/05/2022 – 11:39
La scalata della ‘ndrangheta alle mense di Roma. «Abbiamo tutte le Rai, dell’Arma, dei ministeri»

ROMA «Abbiamo preso tutte le Rai, tutti i comandi generali dell’Arma dei carabinieri, i Ministeri». Ci sono nuove intercettazioni agli atti dell’inchiesta Propaggine della Dda di Roma che ha messo nel mirino la locale di ‘ndrangheta installata nella Capitale. Le riporta Repubblica che ipotizza collegamenti con un’altra indagine che coinvolge gli appalti nella Tv di Stato. Da qualche mese infatti a Viale Mazzini verificano il maxi appalto per il servizio di refezione seguito da Gianluca Ronchetti, il dirigente degli Acquisti Rai agli arresti domiciliari dal 31 gennaio scorso con l’accusa di corruzione e turbativa d’asta.
Queste nuove captazioni però aumentano i sospetti sugli appalti relativi alle mense di diverse istituzioni, Rai inclusa. Il 23 gennaio del 2018 infatti Sebastianto Nicolò, «soggetto dal qualificato profilo criminale», è al telefono con l’indagato Sebastiano Sorgonà. Quest’ultimo gestisce un laboratorio gastronomico e spiega che «la produzione non si è mai fermata, anzi è aumentata, perché abbiamo preso tutte le Rai, tutti i Comandi Generali dell’Arma dei carabinieri, i Ministeri».
Questo il dialogo riportato da Repubblica. «Avete preso?”, domanda Nicolò». E Sorgonà precisa: «Altri appalti, caserme, ministeri, forniture di tramezzini per le mense, i bar all’interno… ogni bar è gestito dalle cooperative e le cooperative si riforniscono…». E ancora: «Tutto il Policlinico di Tor Vergata…tutte le Rai». Questo La telefonata è rilevante ed è allegata agli atti che un paio di settimane fa hanno portato in carcere 76 persone che gravitavano intorno alla ‘ndrine. Finora non sarebbero emersi collegamenti diretti tra le aziende degli indagati e le mense delle Istituzioni. Ma il nodo è il riferimento di Sorgonà alle cooperative: su quel punto si concentrano le indagini, sempre ammesso che non si tratti di millanterie.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x