Ultimo aggiornamento alle 19:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

verso il ballottaggio

Catanzaro, l’abbraccio pubblico tra Donato e Ferro: «Percorso comune sui grandi temi»

Incontro tra il candidato sindaco e FdI. La leader meloniana: «Non sono le poltrone che fanno una città. No all’ingovernabilità»

Pubblicato il: 20/06/2022 – 19:48
Catanzaro, l’abbraccio pubblico tra Donato e Ferro: «Percorso comune sui grandi temi»

CATANZARO Tra Valerio Donato e Fratelli d’Italia arriva il primo “abbraccio” pubblico dopo l’endorsement ufficializzato sabato scorso dalla leader di FdI Wanda Ferro. Il sostegno politico dei meloniani a Donato si concretizza nel primo incontro tra il candidato sindaco che domenica affronterà il ballottaggio e la parlamentare e coordinatrice regionale di Fratelli d’Italia, affiancata dai massimi dirigenti del partito – Michele Traversa, Filippo Pietropaolo e Antonio Montuoro, in primis – ma anche da tanti militanti. «È ufficiale Fratelli d’Italia a sostegno di Donato, in qualche modo sventa con grande fermezza il pericolo dell’ingovernabilità», esordisce Wanda Ferro, che ribadisce: «Per quanto ci riguarda mai con il Pd, mai con il M5S».

Ferro: «Un percorso comune nella rinascita di questa città»

La parlamentare di FdI, che a sua volta si era candidata sindaco in autonomia al primo turno conquistando un “robusto” e sicuramente positivo 9,19%, quindi aggiunge: «Faremo un percorso comune nella rinascita di questa città, nell’affrontare i tanti temi e i tanti problemi attraverso le capacità e il valore che ha saputo dimostrare in questa usta campagna elettorale che spesso non ha avuto i toni che la città merita». Sul piano politico, per la Ferro la “mossa” per Donato ha questa valenza: «Nel contesto del centrodestra significa tentare di riprendere un percorso che si era interrotto, non solo a Catanzaro ma anche in altre città come Verona. Soprattutto la volontà di sostenere un progetto, che è un progetto civico, aperto a varie sensibilità politiche ma che vede temi comuni come la sicurezza, il sostegno alle fasce deboli, il sostegno ai disabili, il sostegno alle giovani coppie, a una città che può avere visioni comuni al di là dell’apparenza politica. Per il centrodestra – sostiene la parlamentare di Fratelli d’Italia – credo che da parte di nostra ci sia un ulteriore senso e forma di lealtà da parte di Fratelli d’Italia, e di coerenza che non è mai venuta meno rispetto a quello che è un interesse essenziale, principale, e prioritario. Oltretutto, con il coraggio di una scelta, perché sarebbe troppo semplice dire “ognuno fa quello che vuole” e lasciare la città in modo ingovernabile a chi probabilmente ha avuto la possibilità di dire la sua in quattro anni e non l’ha fatto».

«Non sono le poltrone a fare la città»

«Non c’è nessun rammarico – risponde la Ferro ai giornalisti – perché questa intesa non si è fatta prima rispetto alla persona di Valerio Donato ma rispetto a logiche nazionali e a delle visioni che non hanno visto il centrodestra trovare una giusta sintesi al tavolo. Oggi c’è il senso di un’appartenenza a una comunità che abbiamo sempre dimostrato essere non solo una comunità politica ma una comunità dei cittadini. Non c’è stato l’apparentamento tecnico ma certamente tutti guardano a un posto in più in Consiglio comunale che per noi che abbiamo messo in campo in poco tempo una lista di 32 giovani uomini e donne sicuramente avrebbe fatto piacere, ma non c’è stato a Catanzaro come in tante realtà come Verona. Noi – ricorda la parlamentare di FdI – abbiamo ovviamente confermato quale sarà la nostra posizione, a chi andrà il nostro appoggio, quale sarà il nostro contributo, che sarà quello ovviamente di entrare con un consigliere comunale a Palazzo de Nobili ma nello stesso tempo supportare Donato sui grandi temi della città, in previsione del Pnrr e di un programma che abbiamo letto reciprocamente uno dell’altro, e nello stesso tempo con la visione che non sono le poltrone a fare una città ma sono gli uomini e le donne e soprattutto il valore di quello che si vuole costruire. E parte proprio da questo una scelta di poter costruire nel moto migliore una città».

Donato: «Per Catanzaro un governo di buon senso»

A sua volta, Donato si dice «fiducioso», ricordando che «sin dall’inizio ho lanciato una proposta aperta a tutti, a qualunque schieramento politico, perché come diceva l’onorevole Ferro è una proposta che nasce dalle esigenze della città, per tentare di farla rinascere, sia attraverso la formazione più intensa di una comunità politica, sia attraverso un governo di buon senso di questa città, nei servizi ordinari e nello sviluppo futuro che potrà essere determinate dalle risorse ordinarie e dalle risorse del Pnrr». (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x