Ultimo aggiornamento alle 22:38
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

gli esami

Maturità, a Catanzaro tensione e attesa. Niente più obbligo di mascherine

Tornano le prove scritte. E tornano anche la tensione e la calca all’ingresso delle scuole, dove non vige più l’obbligo della mascherina

Pubblicato il: 22/06/2022 – 13:35
Maturità, a Catanzaro tensione e attesa. Niente più obbligo di mascherine

CATANZARO Tornano le prove scritte per gli esami di stato. E tornano anche la tensione e la calca tra i maturandi all’ingresso delle scuole – dove non vige più l’obbligo della mascherina – prima dell’accesso alle aule anche questo non più contingentato come negli anni passati a causa del Covid.

Le testimonianze

«Finalmente» è il commento univoco dei dirigenti scolastici di Catanzaro. «Il liceo ha affrontato con grande serenità il ritorno alle prove scritte – ha detto Elena De Filippis, dirigente del Liceo Classico P. Galluppi – che garantiscono sia la commissione che gli alunni di una valutazione piena e completa delle competenze raggiunte dai ragazzi. Il solo colloquio orale, a mio avviso, non era sufficiente per attribuire una valutazione conclusiva di un quinquennio in cui i ragazzi si sono sempre adoperati per sostenere prove scritte e orali». Sono sei le quinte classi del liceo classico di Catanzaro che affrontano la maturità nel 2022. «Il tema di italiano – ha aggiunto la dirigente – è, a mio avviso, la carta di presentazione di qualsivoglia allievo e in un liceo acquista ancora maggiore importanza, come anche la seconda prova specialistica in cui i ragazzi sono tenuti a dimostrare la conoscenza piena della lingua classica che in questo caso è il latino e la capacità di utilizzare tutte le conoscenze acquisite nel quinquennio per una corretta interpretazione testuale». Undici, invece, sono le quinte dell’Istituto Scalfaro, Industriale. «Circa 240 ragazzi – ha detto il dirigente Vito Sanzo -. Due classi di informatica, una di telecomunicazione, due di grafica, due di elettronica, due di elettrotecnica e due di meccanica. I ragazzi erano ansiosi di completare questo percorso. Da giorni si stanno esercitando per cercare di avere le migliori condizioni valutative dai loro commissari e dai presidenti che sono venuti a garantire le attività amministrative». «Questa mattina tutto è andato bene. Dopo aver scaricato i plichi telematici del ministero per la prima prova scritta di italiano gli studenti sono tutti al lavoro e le tematiche – sottolinea Sanzo – sono alla loro portata e potevano aspettarsele, dalla Segre, alla sostenibilità ambientale per citarne alcune».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x