Ultimo aggiornamento alle 7:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il dramma

Muore nei campi a Corigliano Rossano, si sospetta l’incidente sul lavoro

Nessun segno di violenza o trauma sul bracciante agricolo, deceduto a Thurio nel primo pomeriggio di ieri. Si ipotizza un malore a causa del caldo

Pubblicato il: 06/07/2022 – 15:00
Muore nei campi a Corigliano Rossano, si sospetta l’incidente sul lavoro

CORIGLIANO ROSSANO Sarà l’esame autoptico a stabilire le cause della morte di Antonio Lombisani, 59 anni bracciante agricolo di Corigliano Rossano, deceduto nel primo pomeriggio di ieri in una coltivazione a Thurio.
L’ipotesi più accreditata che serpeggia tra gli inquirenti è che si tratti di una morte bianca, di un incidente sul lavoro, nei campi a causa del grande caldo.
Sul corpo dell’uomo non sono stati rinvenuti segni di violenza o traumi e da questi elementi si desume che l’uomo abbia potuto accusare un malore a causa del grande caldo di ieri, con temperature sopra i 40 gradi.
Sul caso la procura di Castrovillari ha aperto un fascicolo e disposto il sequestro della salma fino all’autopsia che stabilirà quali sono state le cause che hanno spinto fino alla morte il bracciante agricolo originario di Cantinella. Sul caso indagano i carabinieri del reparto territoriale di Corigliano Rossano. (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x