Ultimo aggiornamento alle 21:58
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

Il caso

Iemboli: «Medici cubani? La Regione aumenti le borse di studio per gli specializzandi»

Il segretario regionale dello Smi: «Un conto è lavorare in “silenzio” in Rianimazione, un altro è affrontare i pazienti sul campo senza conoscere la lingua»

Pubblicato il: 19/08/2022 – 19:03
Iemboli: «Medici cubani? La Regione aumenti le borse di studio per gli specializzandi»

CORIGLIANO ROSSANO Questione di lingua e di opportunità. Il segretario regionale del Sindacato Italiano Medici, Sinibaldo Iemboli, per certi aspetti boccia la scelta del presidente della Regione, Roberto Occhiuto, di reclutare medici cubani per salvare gli ospedali calabresi.
«Legalmente il governatore – dice Iemboli al Corriere della Calabria – è legislatore attento dopo tanti anni di esperienza, ma ci sono opportunità diverse».
La prima, secondo il medico sindacalista, è rappresentata dalle borse di studio per gli specializzandi. «I posti sono contati ma se ne possono offrirne altri posti in più nelle specialistiche – sottolinea – come sta accadendo in altre Regioni. La prima soluzione, quindi, potrebbe essere quella di aumentare le borse di studio per gli specializzandi».
Poi, però, giungono le note dolenti. «I medici cubani sono una pezza calda. Sono sicuramente degli ottimi e preparati professionisti. Un conto, però, è lavorare “in silenzio” in rianimazione, un altro è interfacciarsi con i pazienti calabresi nell’emergenza-urgenza, ad esempio. Saranno capaci di gestire – si chiede Iemboli – un adeguato rapporto con i calabresi senza conoscere loro l’italiano e noi l’inglese?».
Dal punto di vista prettamente sindacale, Sinibaldo Iemboli non accetta che “contrattualmente” i medici cubani siano trattati in modo diverso da quelli calabresi: «Perché, come appreso, dovranno godere di ferie maggiori rispetto a noi? Eviterei di crear discrasie».
«In questa fase di emergenza – conclude Sinibaldo Iemboli – il governatore ha tentato di risolvere il problema, ma bisogna che tutti compiano dei sacrifici. Occhiuto ha messo il dito nella piaga e le soluzioni potrebbero essere diverse». Iemboli non lo dice, ma un’altra via da percorre sarebbe quella di recuperare i tanti medici “imboscati” negli uffici. (lu.la.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria

Concessionario Basic Media Servizi Srl

Telefono: 0984-391711
Cellulare: 351 8568553
Email: info@basicms.it

Design: cfweb

x

x