Ultimo aggiornamento alle 17:27
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

IL GIORNO DELLE ELEZIONI

Politiche, urne aperte in Calabria: oggi la regione sceglie i propri parlamentari

Seggi accessibili fino alle 23. Si vota in sette collegi uninominali (5 per la Camera e 2 per il Senato) e in due collegi plurinominali (uno per Montecitorio e uno per Palazzo Madama). Ecco il vade…

Pubblicato il: 25/09/2022 – 7:11
Politiche, urne aperte in Calabria: oggi la regione sceglie i propri parlamentari

LAMEZIA TERME Il “grande giorno” è arrivato. Urne aperte in Calabria per le elezioni politiche che ridisegneranno il nuovo Parlamento italiano. Le operazioni di voto, aperte alle ore 7.00 di questa mattina, si protrarranno fino alle ore 23.00 di questa sera: subito dopo partirà lo scrutinio. Dopo la riforma che ha ridotto il numero dei collegi rispetto al precedente del 2018 (quando erano in totale 12), in Calabria in questa tornata elettorale si vota in sette collegi uninominali – 5 per la Camera e 2 per il Senato – e in due collegi plurinominali – uno per la Camera e uno per il Senato – che abbracciano l’intero territorio regionale.

I collegi in Calabria

Nel dettaglio, per quanto riguarda la Camera il primo collegio uninominale comprende la provincia di Crotone e la parte nord orientale della provincia di Cosenza (Cassano, Castrovillari, Corigliano-Rossano, San Giovanni in Fiore, Acri). Il secondo comprende Cosenza e la parte occidentale della provincia di Cosenza. Il terzo collegio comprende l’intera provincia di Catanzaro (quindi il capoluogo e anche Lamezia Terme). il quarto comprende la provincia di Vibo Valentia  la parte nord occidentale della Città Metropolitana di Reggio Calabria (in sostanza la Piana di Gioia Tauro). Infine il quinto collegio comprende Reggio Calabria e la restante parte della Città Metropolitana. Per quanto riguarda il Senato il primo collegio comprende le province di Cosenza e Crotone, il secondo comprende le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria. La Calabria eleggerà complessivamente 19 parlamentari (11 in meno rispetto al 2018): 13 deputati, 5 dei quali nei collegi uninominali e 8 in quello plurinominale, e 6 senatori, 2 dei quali nei collegi uninominali e 4 nel plurinominale. I calabresi aventi diritto al voto sono 1.897.836, mentre le sezioni elettorali sono 2.399. I candidati alla Camera nelle elezioni odierne sono, complessivamente, 146, mentre quelli al Senato sono 101.

Colore schede e tagliandi antifrode

Per l’elezione del Senato della Repubblica la scheda è gialla. Per l’elezione della Camera dei Deputati la scheda è rosa. Ogni scheda è dotata di un apposito tagliando rimovibile, cosiddetto “tagliando antifrode”, dotato di un codice progressivo alfanumerico, che sarà annotato al momento dell’identificazione dell’elettore. Espresso il voto, l’elettore consegna le schede al presidente del seggio che stacca il “tagliando antifrode” e, solo dopo aver verificato la corrispondenza del numero del codice con quello annotato al momento della consegna delle schede, le inserisce nella rispettiva urna. Sia per l’elezione della Camera che per l’elezione del Senato, nella parte esterna della scheda di voto, entro un apposito rettangolo, è riportata in carattere maiuscolo la seguente dicitura: “Il voto si esprime tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta ed è espresso per tale lista e per il candidato uninominale ad essa collegato. Se è tracciato un segno sul nome del candidato uninominale il voto è espresso anche per la lista ad esso collegata e, nel caso di più liste collegate, il voto è ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti nel collegio”.

Modalità di voto

Ecco come si vota secondo quanto ha reso noto nei giorni scorsi il ministero dell’Interno. a) L’elettore vota tracciando un segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale. Il voto è così valido sia per la lista che per il candidato nel collegio uninominale; b) l’elettore può altresì votare tracciando un segno: – sul rettangolo contenente il nome e il cognome del candidato uninominale e un altro segno sul rettangolo contenente il contrassegno della lista e i nominativi dei candidati nel collegio plurinominale; – sul contrassegno e un altro segno sulla lista di candidati nel collegio plurinominale. Anche in tutti questi casi, il voto è valido sia per la lista che per il candidato uninominale; c) l’elettore può anche votare tracciando un segno solo sul nome del candidato uninominale, per il quale il voto è quindi valido: in tal caso, se il candidato uninominale è collegato a una sola lista, il voto è valido anche per la lista; se il medesimo candidato è collegato a più liste in coalizione, il voto sarà ripartito tra le liste della coalizione in proporzione ai voti ottenuti da ciascuna di esse nel collegio uninominale; d) se l’elettore traccia un segno, comunque apposto, sul rettangolo contenente il nome e il cognome del candidato uninominale e un segno su un rettangolo contenente il contrassegno di una lista cui il candidato non è collegato, il voto è nullo; e) ogni altro modo di espressione del voto diverso dalle disposizioni illustrate ne determina la nullità nel caso in cui sia manifesta l’intenzione di annullare la scheda o di rendere riconoscibile il voto.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x