Ultimo aggiornamento alle 9:01
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la divulgazione

Cattaneo all’Unical: «L’Italia è ricca di eccellenze nella ricerca, alcune restano sconosciute»

La senatrice a vita ha tenuto una Lectio Magistralis «L’avventura della conoscenza: la ricerca da fare e da raccontare»

Pubblicato il: 07/10/2022 – 11:55
di Fabio Benincasa
Cattaneo all’Unical: «L’Italia è ricca di eccellenze nella ricerca, alcune restano sconosciute»

RENDE L’aula Magna dell’Università della Calabria ha ospitato l’evento di divulgazione scientifica organizzato nell’ambito del progetto Marie Sklodowska-Curie finanziato dalla commissione europea di cui è responsabile la dottoressa Maria Giovanna Durante. L’evento si è aperto con la Lectio magistralis della professoressa Elena Cattaneo, senatrice a vita dal 2013. La più giovane nella storia repubblicana a ricoprire tale carica e la terza donna. Da oltre vent’anni, la professoressa promuove la divulgazione scientifica e partecipa al dibattito pubblico su temi che spaziano dal rapporto tra scienza, politica e società, al riconoscimento dello studio e delle evidenze accertate con metodo scientifico nell’ambito delle decisioni pubbliche e più in generale al tema della libertà e dell’etica della ricerca.

La Lectio magistralis

«Il ruolo dello studioso è fondamentale nella società della conoscenza e i giovani devono prepararsi a svolgerlo nel migliore dei modi», annuncia Elena Cattaneo. Per quanto attiene la ricerca femminile, «è importante che le ragazze, le giovani studiose delle Stem si sentano libere di poter immaginare sé stesse adulte in ruoli di responsabilità e di esprimersi al meglio in qualunque materia sentano più affine ai loro talenti». L’Italia secondo la senatrice è ricca di eccellenze. «Non conosciamo tutte le eccellenze nel campo della ricerca, molte di queste nascono e crescono in Università e gruppi di ricerca situati in territori periferici non associati nella percezione comune, alla scienza e all’innovazione. Le istituzioni politiche e Universitarie devono promuovere momenti pubblici di conoscenza delle eccellenze diffuse».

Il progetto Restructure 2.0

«La progettazione sismica è fondata su una teoria formulata oltre 100 anni fa, che non considera il reale comportamento del sistema terreno-struttura. tale metodo conduce spesso ad una progettazione delle prestazioni e della sicurezza dell’opera», sottolinea la professoressa Durante. Restructure 2.0 utilizza i principi fisici «dell’interazione terreno struttura per sviluppare un innovativo metodo di progettazione che assegna allo spostamento relativo tra opere e terreno un ruolo centrale nella determinazione della risposta sismica dell’intero sistema». La dottoressa Maria Giovanna Durante, dopo anni di ricerca e studio all’estero è tornata in Italia grazie al progetto europeo Marie Sklodowska-Curie, che consente a studiosi di poter continuare la propria attività in uno dei Paesi membri. La dottoressa Durante ha scelto l’Unical e il dipartimento di ingegneria civile per approfondire la sua attività di ricerca.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x