Ultimo aggiornamento alle 0:20
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

gli sviluppi

Abramo Customer Care, il futuro dipende dalla cessione. «Stipendi erogati normalmente»

Si attende il bando di vendita, intanto nessun rischio per i lavoratori. Ligato (Slc-Cgil): «Velocizzare il riconoscimento dei crediti»

Pubblicato il: 10/10/2022 – 16:17
di Giorgio Curcio
Abramo Customer Care, il futuro dipende dalla cessione. «Stipendi erogati normalmente»

LAMEZIA TERME Dopo poco più di due mesi dall’ultimo sciopero, le nubi sul futuro dei lavoratori impiegati nel calla center dell’Abramo Customer Care sono meno fitte, ma comunque ancora ben presenti all’orizzonte. Ad alimentare dubbi e incertezze è la situazione che riguarda prettamente il complesso aziendale mentre non desta preoccupazione – almeno per ora – il pagamento delle spettanze mensili per gli oltre mille dipendenti impiegati tra Crotone, Montalto e Catanzaro.

Gestione del credito e futuro aziendale

Tuttavia, sul tavolo restano ancora due nodi cruciali da risolvere e sui quali soffia il vento dell’incertezza: la gestione del credito e, soprattutto, il futuro dell’azienda di call center, attualmente gestita dalla terna commissariale dopo la dichiarazione dello stato di insolvenza risalente allo scorso 27 gennaio. Prima l’incontro con il presidente della Regione, Roberto Occhiuto, poi quello con i tre commissari avvenuto nei giorni scorsi è servito, almeno per ora, a definire alcuni punti cruciali. Ne è convinto il segretario regionale della Slc-Cgil Calabria, Alberto Ligato.

Alberto Ligato_Slc_Cgil

Parlando ai microfoni del Corriere della Calabria il sindacalista ha chiarito alcuni punti. «In poche parole – ci ha spiegato – abbiamo parlato della gestione del credito che i lavoratori aspettano, abbiamo chiesto ai commissari di velocizzare le procedure col tribunale per il riconoscimento del credito, di velocizzare la procedura di riconoscimento dell’Inps per il TFR perché comunque questi lavoratori sono a reddito medio-basso e quindi, siccome aspettano qualche migliaio di euro dalla Abramo, è importante che arrivino il più velocemente possibile per lenire le ferite visti i cari bolletta dell’ultimo periodo».

Attesa per il bando

Sul tavolo anche il futuro aziendale. «Abbiamo discusso – ci ha spiegato ancora Ligato – anche del futuro della Abramo. I commissari da questo punto di vista ci hanno spiegato di avere appena terminato la relazione necessaria per procedere alla vendita o comunque alla cessione dei complessi aziendali. Ora il Tribunale deve autorizzare l’uscita del bando che probabilmente ci sarà in questi mesi e che riguarderà la cessione sia di un ramo o dell’intero complesso aziendale, poi partiranno le eventuali offerte e ci saranno i tavoli necessari per procedere alla eventuale cessione all’eventuale vendita dell’azienda».

«Nessun problema per i lavoratori»

E nel frattempo? Il destino dei lavoratori, al momento, non sembra in discussione. «Stanno continuando a lavorare – ci spiega ancora il sindacalista – nella commessa TIM, un piccolo gruppo invece nella commessa Enel. I commissari ci hanno rassicurato sulla parte economica, non c’è un problema di liquidità di cassa e quindi i lavoratori continueranno a svolgere il loro lavoro nelle solite sedi, tranne per Catanzaro dove si è spostata di poche centinaia di metri. I commissari ci hanno detto che comunque gli stipendi continueranno a essere erogati regolarmente, così come la contribuzione». Tutto, ovviamente, in attesa del bando di cessione. «Vedremo – spiega Ligato – se avverrà tramite la vendita del complesso oppure se con il committente TIM che, nel frattempo, ha anche altri problemi come la questione della rete unica, se sarà il caso di fare una clausola sociale o se ci sarà la cessione o la vendita». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x