Ultimo aggiornamento alle 7:54
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

urne in sospeso

Lona Lases, il paese del Trentino senza sindaco per paura della ‘ndrangheta

Per la terza volta nessuno si presenta a guidare la comunità dopo l’inchiesta «Perfido» sulle infiltrazioni mafiose nel settore del porfido

Pubblicato il: 12/10/2022 – 9:39
Lona Lases, il paese del Trentino senza sindaco per paura della ‘ndrangheta

LAMEZIA TERME «“Per l’ennesima volta il paese non avrà né un sindaco né un consiglio comunale”. Viene annunciato così, direttamente dagli organizzatori, il fallimento del progetto per creare una lista elettorale capace di dare un governo al comune di Lona Lases». Il TgR di Rai 3 del Trentino Alto Adige racconta oggi «perché Lona Lases resterà (ancora) senza un sindaco».
Il comune della Val di Cembra di 872 abitanti, in provincia di Trento, dal maggio 2021 «è finito sotto i riflettori per le infiltrazioni della ‘ndrangheta». Da allora «sono seguite due tornate elettorali, entrambe annullate per mancanza di candidati. Le prossime elezioni si sarebbero dovute tenere a novembre, ma senza liste e senza candidati – racconta ancora il TgR trentino – il destino di Lona Lases sembra di nuovo quello del commissariamento».
L’ultimo sindaco di Lona Lases, Manuel Ferrari, si è dimesso a maggio 2021, riportano ancora le cronache, dopo il caso “Perfido”, dal quale ne è scaturito un processo ancora in corso. «Il primo – spiega trentotoday.it – che si occupa delle presunte infiltrazioni di ‘ndrangheta nel tessuto economico provinciale e in particolare nel settore del porfido, nello specifico in Val di Cembra».
Il procedimento prosegue a rilento, soprattutto a causa delle «trascrizione delle intercettazioni; un passaggio fondamentale del processo Perfido che si basa in gran parte proprio sulle conversazioni captate dai carabinieri: migliaia di ore di dialoghi, molti dei quali in dialetto calabrese, le cui trascrizioni sono necessarie anche per tradurli con esattezza, contenuti in centinaia di cd».
Insomma, l’amministrazione comunale di Lona Lanes continuerà ad essere priva di una guida politica – sindaco e consiglio comunale – e sarà affidata alle cure di un commissario prefettizio.
«Il 13 novembre gli abitanti della piccola comunità della val di Cembra – si legge anche sull’edizione veneta del Corriere della Sera – non si recheranno alle urne per eleggere il primo cittadino e il consiglio comunale a oltre un anno di gestione da parte del commissario straordinario. Di liste da votare, infatti, non ce ne sono: anche i promotori di “Comunità del domani” hanno gettato la spugna. E per la terza volta, dunque, l’appuntamento alle urne dovrà essere posticipato per assoluta assenza di contendenti (l’11 ottobre scadevano i termini per presentare le candidature)».
Corriere.it evidenzia anche le dichiarazioni del presidente della Provincia di Trento, Maurizio Fugatti. «”Quando nessuno si presenta all’appuntamento delle elezioni è una sconfitta di tutta la comunità. Questa è una sconfitta per la comunità di Lona Lases e per tutto il Trentino”. Perché, “pur comprendendo la delicatezza del caso”, questa situazione inizia a diventare preoccupante. “Vedremo ora come muoverci”. Di sicuro – conclude l’articolo Marika Giovannini – si dovrà nominare un commissario straordinario almeno fino alla prossima tornata elettorale, prevista per la primavera del 2023».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x