Ultimo aggiornamento alle 2:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

i temi dello sviluppo

Zes, Romano: «Siamo pienamente operativi, è una rivoluzione copernicana. Buona la risposta delle aziende calabresi»

Il commissario della Zona economia speciale traccia un primo bilancio. Varì: Regione impegnata a sostenere il percorso. Ferrara: finalmente si parte

Pubblicato il: 10/11/2022 – 20:19
Zes, Romano: «Siamo pienamente operativi, è una rivoluzione copernicana. Buona la risposta delle aziende calabresi»

CATANZARO «Il bilancio di questo primo periodo, in assoluta sinergia con il territorio, tende a dimostrare una volontà determinata di garantire i risultati». Lo ha detto il commissario della Zes Calabria, Giuseppe Romano, parlando con i giornalisti a Catanzaro, dove ha partecipato ad un incontro promosso da Unindustria sugli sviluppi della Zona economia speciale. Presenti anche l’assessore regionale allo Sviluppo economico, Rosario Varì, e il presidente degli industriali calabresi Aldo Ferrara.

Romano: siamo nella fase pienamente operativa

Romano ha fatto il punto della situazione, illustrando i passi avanti della Zes Calabria. «Siamo partiti con lo Sportello digitale, dal 13 settembre esiste lo Sportello unico del commissario Zes attraverso cui le azienda che intendono allocarsi nelle nostre aree possono presentare un’istanza in forma digitale che genererà un’unica autorizzazione. È una sorta di rivoluzione copernicana rispetto ai tempi biblici a cui sino abituati». Secondo Romano «la Zes Calabria è assolutamente operativa, infatti dobbiamo cambiare anche la narrazione rispetto al passato: non siamo nella logica dell’avvio di un’attività, ma siamo nella fase di raccolta dei primi risultati dell’attività avviata da qualche mese. L’obiettivo insomma è raccogliere risultati piuttosto che seminarli. Quello che stiamo notando è che c’è un’attenzione che promana soprattutto dal territorio. Ci sono due logiche correlate alla Zes: quella di attrazione di investimenti dall’estero e quella di premialità delle aziende insediate. Ho idea e contezza, dalle prime rappresentazioni allo Sportello digitale, che siano molte le imprese calabre che intendono incrementare i propri investimenti, e questo è un motivo di vanto per il territorio». «Il cammino che abbiamo intrapreso – ha sostenuto il commissario della Zes Calabria – è quello di garantire su un binario parallelo realizzazione di infrastrutture e nuovi insediamenti, quindi infrastrutture capaci di supportare nuovi insediamenti». Infine, per Romano «è fondamentale riuscire a lavorare in maniera sinergica con le istituzioni, tutti insieme e nella stessa direzione. L’intento è costruire un unicum che va nell’unica direzione dello sviluppo di questo territorio».

Gli interventi di Varì e Ferrara

A sua volta, Varì ha ricordato che «le Zes recano strumenti fondamentali per lo sviluppo come le agevolazioni fiscali e la semplificazione amministrativa, che sono di straordinaria importanza per le imprese che vogliono insediarsi sul nostro territorio. È importante la sinergia che si sta creando tra Regione e commissario della Zes, perché le Zes da sole non bastano: la Regione infatti attraverso la programmazione detta le linee strategiche e arricchisce le Zes di ulteriori strumenti per favorire l’attrazione degli investimenti». «Il nostro obiettivo è far esplodere le potenzialità dei terrori su cui le Zes insistono, e penso – ha osservato Varì – che da qui a pochi mai avremo risultati visibili». Per Ferrara quella odierna «è una giornata molto importante per la nostra associazione perché finalmente prende corpo uno dei tre pilastri su cui si regge la strategia di sviluppo economico dalla nostra regione e proposta da Unindustria Calabria. Insieme alle infrastrutture, insieme agli investimenti finalmente partono le Zes. Noi abbiamo spinto tantissimo su questo tema perché rappresenta un volano di sviluppo sia per lo stimolo ai nuovi investimenti produttivi endogeni ma soprattutto per l’attrazione dei nuovi investimenti. Abbiamo lottato affinché venisse nominato un commissario con grande competenza ed è arrivato Giuseppe Romano, tra l’altro coordinatore di tutti i commissari Zes del Mezzogiorno che fin da subito ha dimostrato grande voglia di fare». «Si è messa a punto un’agenda economica per recuperare il tempo perduto e dopo pochi mesi – ha rilevato il presidente degli imprenditori calabresi – ha messo a regime le agevolazioni, che ricordiamo sono 100 milioni di credito di imposta e soprattutto lo Sportello per la presentazione delle domande». (redazione@corrierecal.it)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x