Ultimo aggiornamento alle 18:14
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

la cerimonia

La «gioia» di Gratteri per la nuova procura. «Questa storia nasce quando mi sono insediato» – VIDEO

Il procuratore: « Delrio mi disse “in Calabria non siamo riusciti a fare niente ma conosco la sua testa dura”». Il rapporto con Santelli e Occhiuto

Pubblicato il: 15/11/2022 – 12:08
La «gioia» di Gratteri per la nuova procura. «Questa storia nasce quando mi sono insediato» – VIDEO

CATANZARO Parla di «gioia», Nicola Gratteri per introdurre la storia della nuova procura di Catanzaro. E spiega che questa storia «nasce il 16 maggio 2016, il giorno del mio insediamento». Nella cerimonia, davanti al ministro alla Giustizia Nordio (nella foto sopra con il procuratore, ndr), parte un video di quel giorno. Il procuratore della Repubblica parla dell’Ospedale militare «chiuso da anni e che potrebbe essere utilizzato per fini giudiziari». È un documento in cui riemergono i toni duri usati da Gratteri: «Si può fare – diceva più di sei anni fa –, ci sono già 10 milioni di euro messi da parte per la ristrutturazione. Ci sono i soldi e la volontà del governo di farlo, sta a noi diventare ragionevoli, non farne una questione di pennacchio ma di praticità». «Perché è chiuso da 10 anni?», si chiedeva Gratteri.
Oggi, nel chiostro del palazzo storico, il procuratore è sollevato ma spiega a Nordio: «Come vede, ministro, non è stato facile arrivare a oggi. Il Sud è bellissimo ma scattano dei meccanismi strani: quando qualcuno prova a fare qualcosa spuntano sempre altri che la mettono in dubbio». Il percorso per la nuova procura inizia quando «il presidente della Corte d’Appello Domenico Introcaso mi dice “paghiamo 1,7 milioni di euro all’anno di fitto”. Mi dico che bisogna fare qualcosa e vado a trovare Delrio, all’epoca ministro. Lui mi ha detto “non siamo riusciti a fare nulla in Calabria ma se c’è lei – conoscendo la mia testa dura – l’opera si farà”».
È un ricordo che serve a Gratteri per ringraziare Introcaso: «Nella vita ho sempre detto, sbagliando, che gli amici sono quelli di quando sei bambino; mi devo ricredere perché venendo a Catanzaro ho trovato un nuovo amico, il presidente Introcaso, che in questi anni mi è stato molto vicino e non solo per la realizzazione della nuova procura».

Il discorso di Gratteri

Gratteri mostra un’altra immagine della quale va fiero. «Vorrei farvi vedere – dice – l’aula bunker più grande del mondo occidentale, costruita in quattro mesi e mezzo nel periodo del Covid a Lamezia Terme, perché a Catanzaro non c’erano strutture adatte. Dovevamo fare il maxi processo (Rinascita Scott, ndr) e non sapevamo dove celebrarlo. Ho avuto un po’ di problemi con i quadri del ministero della Giustizia allora, perché sentivo che ci mettevano i bastoni tra le ruote. Ci sballottavano tra Palermo e Rebibbia, ma né l’una né l’altra aula andavano bene. E l’impresa che ha lavorato a Lamezia lo ha fatto anche il giorno dell’Immacolata».

gratteri_nuova_procura

Il racconto di Gratteri chiama in causa anche la compianta presidente della giunta regionale Jole Santelli: «Eravamo al ministero, io chiamo Jole Santelli e le chiedo di darci il capannone. Dice “prendetevelo gratis”». Un rapporto istituzionale proseguito con Roberto Occhiuto: «Gli abbiamo chiesto di darci gratis Palazzo Alemanni dove faremo la procura europea e sarà ospitata la polizia giudiziaria. Occhiuto ci ha dato gratis anche un altro capannone vicino all’aula bunker dove faremo il più grande archivio distrettuale». Per tornare alla nuova Procura nascerà «un parcheggio sotterraneo sotto questa procura, i soldi – 5 milioni di euro – li abbiamo trovati, ci sono dei problemi burocratici». Ma li risolveremo, sembra accennare Gratteri. La testa dura aiuta. (redazione@corrierecal.it)

«Dipendesse da me scriverei un rigo: la riforma Cartabia va abrogata»

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x