Ultimo aggiornamento alle 20:21
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L’annuncio

«Ecco perché mi candido al consiglio dell’ordine degli avvocati di Cosenza»

Ho deciso di ricandidarmi al consiglio dell’ordine degli avvocati di Cosenza non per vanagloria, né per narcisismo. Ho accettato l’invito del presidente uscente, Vittorio Gallucci, per una serie d…

Pubblicato il: 22/11/2022 – 14:00
di Emilio Greco*
«Ecco perché mi candido al consiglio dell’ordine degli avvocati di Cosenza»

Ho deciso di ricandidarmi al consiglio dell’ordine degli avvocati di Cosenza non per vanagloria, né per narcisismo. Ho accettato l’invito del presidente uscente, Vittorio Gallucci, per una serie di motivi che cercherò di spiegare. Innanzitutto non parteciperò a scontri tra guelfi e ghibellini. Sarebbe veramente mortificante soprattutto per i giovani colleghi che hanno studiato giurisprudenza con il sogno di appartenere a una categoria prestigiosa. Ho avuto l’onore di essere praticante di Orlando e Giuseppe Mazzotta, dì conoscere professionalmente Ernesto D’Ippolito, Luigi Gullo e tanti altri principi del foro. Il discorso del penalista vale ovviamente anche per tanti altri grandi toghe civilistiche che hanno onorato Cosenza. Il mio unico obiettivo è quello di servire la professione, che per me rimane la più bella, cercando in ogni modo di aiutare le nuove generazioni e dì contribuire modestamente al recupero dì una funzione centrale dell’avvocatura nel dibattito sulle riforme. Dobbiamo essere attori protagonisti dì una stagione che riconosca al diritto di difesa il caposaldo della civiltà giuridica di un Paese che sembra avere smarrito le sue tradizioni. La gran parte degli avvocati cosentini deve fare i conti con un quotidiano difficile, fatto dì spese che crescono e dì introiti che diminuiscono. La cassa forense è un altro problema serio. Così come lo sono gli incarichi pubblici per i quali dobbiamo chiedere con forza rotazioni e opportunità per tutti. Dividersi in lotte intestine sarebbe un errore e io sarò fuori da queste contese. Voglio, nel mio piccolo e con la mia lista, lanciare un messaggio di positività che possa aiutare ognuno di noi a essere fieri di appartenere a un ordine che rappresenta la garanzia di sostegno ai più deboli. E per questo lotterò sempre.

*Consigliere Coa Cosenza

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x