Ultimo aggiornamento alle 12:46
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 5 minuti
Cambia colore:
 

l’intervista

Dissesto idrogeologico, a “L’altra politica” il sindaco di Isola Capo Rizzuto: «Danni per oltre 10 milioni» – VIDEO

Vittimberga: «Il problema idrogeologico è di tutti i Comuni». Su abusivismo e legalità: «Innescare un movimento culturale»

Pubblicato il: 08/12/2022 – 7:08
Dissesto idrogeologico, a “L’altra politica” il sindaco di Isola Capo Rizzuto: «Danni per oltre 10 milioni» – VIDEO

LAMEZIA TERME «È stato questo evento atmosferico eccezionale, non c’è stata soltanto la pioggia e la grandine, ma un ciclone che è partito da un capo del paese, ha percorso 11 chilometri, ed è andato a finire dall’altra parte del paese» e ha colpito «abitazioni, campagne, attività, aziende agricole, aziende zootecniche». È dagli ultimi fatti di cronaca e dal violento maltempo che il sindaco di Isola Capo Rizzuto, Maria Grazia Vittimberga, ha discusso insieme ad Ugo Floro nel corso dell’ultima puntata de “L’altra politica”, in onda ieri sera su L’altro Corriere Tv.

«Danni per oltre 10 milioni di euro»

Dopo il maltempo, è tempo di contare i danni che, secondo il primo cittadino di Isola, «si attesta attorno ai 10 milioni di euro», cifra ancora sommaria, e per la quale l’ultima delibera dell’amministrazione ha chiesto lo stato di calamità. Perché «ci sono anche strade, la pubblica illuminazione e poi ci tutte le attività che sono state pesantemente danneggiate». Vittimberga poi ringrazia la Protezione civile regionale perché, ha detto, «c’è stata vicino ma siamo fortunati perché abbiamo diverse associazioni sul luogo, abbiamo 6 associazioni di Protezione Civile e quindi i ragazzi sono intervenuti tutti e si sono dati dalla da fare senza sosta».  

«Territori esposti agli eventi atmosferici»

L’ultimo evento atmosferico che ha colpito Isola ma anche gran parte della costa ionica calabrese mostra quanto sia tuttora fragile la nostra regione. «I nostri territori – spiega il primo cittadino – sono tutti quanti esposti perché purtroppo il problema idrogeologico è un problema di tutti i Comuni e soprattutto e in particolare dei comuni costieri». «Abbiamo trovato una situazione abbastanza compromessa – dice Vittimberga – perché c’era il lungomare di Capo Rizzuto che aveva subito danni importanti e abbiamo cercato di intercettare dei finanziamenti. Adesso sono iniziati i lavori e stiamo procedendo ad una palificata lungo tutta la costa di Isola Capo Rizzuto per mettere in sicurezza proprio quella parte della costa e ci sarà un intervento sulla parte principale sul lungomare di Capo Rizzuto; ci sono state delle barriere soffolte intorno alla Torre Vecchia, è stato fatto un intervento importante, abbiamo ereditato già 700mila euro che erano stati previsti. C’era poi il pericolo per le abitazioni, mi ero preoccupata di dover fare anche delle ordinanze di sgombero delle abitazioni, fortunatamente questi finanziamenti ci hanno dato la possibilità di mettere in sicurezza il lato principale e poi il lato dalla parte del faro, e una parte anche sul lato Castella».

«Abusivismo è un fatto culturale che va combattuto»

Se si pensa a quanto accaduto ad Ischia, agli effetti del maltempo è inevitabile volgere un pensiero al fenomeno dell’abusivismo che, per Vittimberga, «è un fatto culturale che non si è creato certo negli ultimi anni. Noi ereditiamo una situazione che è peggiorata soprattutto negli anni ’70 e ’80, penso quindi che mettersi la fascia ed andare ad abbattere centinaia e centinaia di case è utopistico. Quello che ora stiamo cercando di fare è fare in modo di non far costruire più, soprattutto su alcune zone. E in questo ci devono aiutare gli strumenti urbanistici ed è per questo che una delle prime cose che abbiamo fatto è stato l’approvazione del Psc». «Il clima sta cambiando talmente tanto che un episodio come quello recente probabilmente non diventerà più un fatto eccezionale – sottolinea Maria Grazia Vittimberga – ma potrebbe diventare anche una pericolosa abitudine, quindi la preoccupazione c’è ed è tanta anche perché non sono eventi prevedibili». «Basti pensare che noi dalla Protezione Civile avevamo avuto un’allerta gialla con la quale noi sindaci non siamo obbligati a chiudere le scuole, non siamo obbligati a chiudere gli edifici e le attività pubbliche. Possiamo pensare di farlo con quella arancione mentre con l’allerta rossa, invece, si deve chiudere tutto». Vittimberga ovviamente non se la prende con la Protezione civile ma sottolinea l’impotenza dei sindaci di fronte ad eventi del genere. «Siamo stati fortunati perché l’evento si è verificato fra le 3 e le 4 di notte, pensate se fosse accaduto due o tre ore dopo».  

Legalità e promozione del territorio

Mancano due anni alla fine del primo quinquennio di Vittimberga alla guida del Comune di Isola Capo Rizzuto ed è dunque tempo di tracciare un primo bilancio, spianando la strada a quanto c’è ancora da fare. A cominciare dalla rigenerazione urbana che «trasformerà il territorio dal punto di vista visivo e poi continuare su quest’opera di riordino dell’assetto amministrativo. Ci eravamo ripromessi di portare il paese verso la normalità: di parchi giochi non ce n’era neanche uno, oggi ce ne sono cinque; i beni confiscati li abbiamo rimessi tutti a servizio della comunità e sono tutti fruiti e fruibili mentre per qualcuno le procedure sono in corso, ne cito uno su tutti: un cinema risalente agli anni ‘50 che era stato comprato e poi è stato sequestrato, confiscato, i commissari adesso ce lo hanno ceduto e io spero di riaprirlo tra gennaio e febbraio. Quello è un gioiello che doveva essere inaugurato dopo 15 giorni e invece c’è stata la vicenda processuale». «Ecco, la nostra intenzione è quella di innescare un movimento di tipo culturale per dare ai nostri cittadini possibilità che gli sono state negate fino a questo momento. Quindi tenere la barra dritta verso la legalità però, nello stesso tempo, valorizzare il territorio e promuoverlo». (Gi.Cu.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x