Ultimo aggiornamento alle 19:49
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

le scelte

Lo Schiavo nel Gruppo Misto, Laghi: «Continuo nel contesto politico in cui sono stato eletto»

Il consigliere regionale di “De Magistris presidente”: «Non condivido la sua analisi politica, nessuna incomprensione individuale»

Pubblicato il: 13/12/2022 – 14:46
Lo Schiavo nel Gruppo Misto, Laghi: «Continuo nel contesto politico in cui sono stato eletto»

REGGIO CALABRIA «L’uscita dal Gruppo regionale “De Magistris Presidente”, che mi onoro di presiedere, del collega Antonio Lo Schiavo è da imputare ad una sua personale analisi con cambio di prospettiva politica che personalmente non condivido. Non certo a incomprensioni individuali», così esordisce il consigliere Ferdinando Laghi.
«Personalmente ho aderito al progetto di polo civico, messo in campo da Luigi de Magistris, che ha portato alla mia elezione. Un progetto chiaro e definito – rimarca Laghi – che aveva come obiettivo quello di dar voce a quanti non si riconoscessero nei partiti e negli schieramenti esistenti ed in una politica – tutta – inadeguata, che ha la responsabilità di aver portato la nostra regione alle attuali deplorevoli condizioni, con una ricaduta negativa per tutti ma soprattutto per le fasce deboli della popolazione e per le speranze ed il futuro delle giovani generazioni. È stata una campagna elettorale interminabile e dura ma estremamente coinvolgente e sovente entusiasmante, fatta in assoluta ristrettezza di risorse ma tra la gente e sui territori, vicino ai problemi collettivi, di tutti, con un approccio assai diverso dalle consuete modalità di raccolta del consenso elettorale. Abbiamo ottenuto la fiducia di 130mila persone, oltre il 16% del totale, che hanno dato voto e delega ad una prospettiva di cambiamento e rinnovamento della politica calabrese, non più ancorata ad uno schematismo totalizzante centro-destra/centro-sinistra ma focalizzata sui bisogni reali della gente, in particolare degli ultimi, sulla tutela ambientale, sulla solidarietà e l’accoglienza, sui diritti del lavoro e sociali, in primo luogo quello assolutamente negletto alla salute».
«In quest’area e in questo contesto sono stato eletto, in quest’area e in questo contesto ho intenzione di rimanere – continua ancora il capogruppo Laghi -. Senza pregiudizi ma anche senza cedimenti verso “semplificazioni” politiche che mettano l’appartenenza a schieramenti o partiti prima dei bisogni delle nostre popolazioni. E in quest’ottica rivendico con orgoglio l’appartenenza ad un terzo polo, quello civico, alternativo al centro-destra e al centro-sinistra, riservandomi un’azione politica autonoma, svincolata da posizioni pregiudiziali e giudizi astratti ma che entri nel merito dei problemi senza schematismi preconcetti e che dia voce ai movimenti, all’associazionismo, al volontariato ed all’impegno politico e sociale solidale e disinteressato e si faccia carico delle vertenze e dei bisogni collettivi volti al perseguimento del Bene Comune delle Comunità calabresi ed in linea con il programma elettorale che abbiamo proposto ai cittadini», dichiara infine Laghi.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x