Ultimo aggiornamento alle 6:45
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

il processo

Autobomba di Limbadi, definitive le assoluzioni di De Marco e Criniti

La Dda di Catanzaro non ha presentato appello contro la sentenza di primo grado dello scorso 26 luglio

Pubblicato il: 17/12/2022 – 15:11
Autobomba di Limbadi, definitive le assoluzioni di De Marco e Criniti

CATANZARO Cadono in via definitiva le accuse di concorso nell’omicidio di Matteo Vinci e nel tentato omicidio di Francesco Vinci (avvenuti nell’aprile del 2018 a Limbadi con un’autobomba) per due degli imputati dell’operazione denominata “Demetra 2”. La Dda di Catanzaro non ha infatti presentato appello avverso le assoluzioni decise il 26 luglio scorso dal gup Marco Ferrante, al termine di un processo celebrato con rito abbreviato, nei confronti di Filippo De Marco, 42 anni, di Soriano Calabro, per il quale era stata chiesta la condanna all’ergastolo, e nei confronti di Antonio Criniti, 31 anni, per il quale era stata pure chiesta la condanna all’ergastolo. Per i due si aprirà comunque un processo d’appello, ma in questo caso poiché i difensori hanno impugnato la sentenza di condanna di primo grado relativa a contestazioni inerenti agli stupefacenti: 10 anni e 8 mesi per Filippo De Marco e 10 anni per Antonio Criniti. Con un altro processo, sono stati condannati all’ergastolo in primo grado quali mandanti dell’autobomba Rosaria Mancuso ed il genero Vito Barbara. E’ in corso per loro l’appello. Rimangono allo stato impuniti gli esecutori materiali dell’attentato. (Agi)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x