Ultimo aggiornamento alle 22:10
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

il coordinamento

Sicurezza nel Cosentino, Ferro: «Necessari uomini e mezzi, non bastano gli aumenti tabellari»

La sottosegretaria all’Interno in Prefettura. «Monitoriamo la movida e il disagio giovanile». Ciaramella: «Risse a Cosenza? Nessuna baby gang»

Pubblicato il: 18/02/2023 – 12:52
di Fabio Benincasa
Sicurezza nel Cosentino, Ferro: «Necessari uomini e mezzi, non bastano gli aumenti tabellari»

COSENZA Sicurezza sul territorio della Provincia di Cosenza, il prepotente ritorno di episodi delittuosi sul Tirreno Cosentino, il costante monitoraggio sulla fascia ionica e poi i recenti e preoccupanti episodi di violenza avvenuti nel capoluogo con protagonisti minorenni. La Sottosegretaria di Stato all’Interno, Wanda Ferro, ha incontrato nella Sede prefettizia, il Prefetto di Cosenza Vittoria Ciaramella insieme ai vertici delle Forze dell’Ordine, il Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco, i Direttori delle Case Circondariali della provincia e il Comandante della Capitaneria di Porto di Corigliano Rossano.

«La Calabria ha bisogno di rinforzare gli organici di Polizia»

«C’è necessità di ascoltare chi, ogni giorno e sul territorio, coordina tutte le forze dell’ordine e le forze armate, c’è necessità di ascoltare e soprattutto di integrare gli organici rispetto ai numeri che oggi ascolteremo, non mi riferisco soltanto a quelli contenuti in una relazione inviatami dallo stesso Viminale», dice Ferro al Corriere della Calabria. Per quanto riguarda il Tirreno cosentino minacciato da episodi di violenza, Ferro si mostra preoccupata: « Gli ultimi giorni sono stati certamente allarmanti e preoccupanti, ma occorre guardare a tutto il cosentino, a partire dal capoluogo fino alla zona ionica, oltre che tirrenica, ma anche alla zona montana, che spesso insomma, vede anche una grande presenza della mafia crotonese». Ferro insiste: «Credo che la Calabria abbia bisogno e necessità di uomini, in questo caso, devo dire, soprattutto per quanto riguarda il cosentino, il riferimento è alle forze della Polizia di Stato per le quali non basterà l’aumento tabellare. Dobbiamo comprendere, dobbiamo sottolineare, la necessità di più uomini e più strumenti». La sottosegretaria poi si mostra particolarmente attenta al controllo della movida. Spesso sono i giovani a rendersi protagonisti di reati e azioni violente che richiamano l’intervento delle forze dell’ordine. «La movida è al centro del dibattito odierno così come il tema del disagio giovanile. Deve esserci una rivoluzione culturale che consenta di parlare non soltanto di criminalità, ma anche di piccoli episodi violenti che diventano allarmanti». Sui giovani Ferro è decisa: «Occorre interagire con il giovane e far capire che non è quello il mondo in cui vogliamo vivere, con la violenza si ottiene ben poco. E soprattutto vogliamo vivere in un Mondo dove lo Stato arriva sempre e noi speriamo prima».

Risse a Cosenza, «non si parla di baby gang»

«Quello di oggi è un momento di confronto su tutte le maggiori problematiche di questa provincia», dice al Prefetta Vittoria Ciaramella che volge l’attenzione ai recentissimi episodi di violenza registrati a Cosenza. Risse che hanno coinvolto un folto numero di giovanissimi. «Non parlerei di baby gang, abbiamo verificato la presenza di episodi isolati che sono già l’attenzione delle forze dell’ordine che sicuramente a breve verranno risolti». «Intendo dare un segnale di estrema vicinanza della Prefettura e delle forze dell’ordine alla popolazione. Voglio rassicurare che da punto di vista investigativo, ovviamente riservato, c’è la massima attenzione. E per quanto riguarda noi, come ben sapete, abbiamo anche tenuto un Comitato per l’ordine alla sicurezza pubblica proprio sul territorio cosentino. Noi ci siamo e siamo vicini alla popolazione cosentina».

Wanda Ferro e Vittoria Ciaramella
Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x