Ultimo aggiornamento alle 7:25
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 4 minuti
Cambia colore:
 

l’accordo

“Dulbecco”, Occhiuto: investimento importante non solo per la Calabria ma per tutto il Mezzogiorno

Così il governatore sulla nascita dell’azienda unica di Catanzaro: «Risultati del genere possibili solo con la convergenza di più impegni»

Pubblicato il: 21/02/2023 – 16:00
“Dulbecco”, Occhiuto: investimento importante non solo per la Calabria ma per tutto il Mezzogiorno

CATANZARO «Questo protocollo consente di rafforzare l’attività e il ruolo dell’Università Magna Graecia perché istituisce un policlinico che sarà di circa 800 posti, ci lavoreranno 4mila persone, avrà probabilmente un fatturato di 400 milioni. Quindi un investimento importante non solo per la Calabria ma per tutto il Mezzogiorno, perché sono poche le strutture universitarie che hanno questa dimensione». A dirlo il presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto, a margine della firma del protocollo di intesa tra l’ateneo e la Regione propedeutico alla costituzione dell’azienda unica ospedaliera universitaria “Dulbecco” di Catanzaro attraverso la fusione del “Pugliese Ciaccio” nel policlinico “Mater Domini”.

«Risultato ascrivibile a tutta la regione»

Occhiuto ha esordito così: «Ringrazio Mancuso, saluto i Rettori di Cosenza, di Reggio Calabria e dell’Università per stranieri, il sindaco di Catanzaro e gli altri sindaci dei capoluoghi perché questo risultato non è ascrivibile solo alla città di Catanzaro e all’Università Magna Graecia, ma a tutta la regione perché l’obiettivo è fare in modo che dall’istituzione di questo policlinico si riverberino effetti positivi in tutta la regione. Quindi è un modo per testimoniare l’attenzione di tutta la Regione a questa iniziativa. So bene che c’è molto da fare ancora nella sanità della Calabria, ogni volta che facciamo qualcosa di buono evitiamo di utilizzare toni trionfalistici perché sappiamo che molto ci aspetta ancora davanti e molto altro dobbiamo ancora fare, però abbiamo la soddisfazione di poter dimostrare che finalmente nella sanità di questa regione c’è un governo, nel senso che ci sono attività di governo che si stanno svolgendo» .

Il ruolo della Magna Graecia e delle Università

Occhiuto ha poi osservato: «Stiamo ricostruendo dalle macerie questo sistema sanitario: per farlo è importante, decisivo il ruolo delle Università. Le università, secondo la mia visione, che è anche quella del governo regionale e del Consiglio regionale, possono seminare competenze in tutta la regione. Questo risultato dell’unica azienda, una grande azienda risultante dalla fusione del Pugliese Ciaccio e del Mater Domini, è un risultato che in Calabria è stato inseguito da anni, per tanti anni è rimasto solo nelle dichiarazioni, ma invece ora siamo riusciti a ottenere questo risultato per iniziativa soprattutto del Consiglio regionale, del suo presidente, della maggioranza, del mio governo regionale che ha posto in cima ai suoi obiettivi la realizzazione di questa importante attività. Questo risultato è importante per tutti ma siamo molto orgogliosi di avere qui a Catanzaro una università che merita di essere rafforzata mentre altri investimenti nell’offerta formativa è legittimo che si facciano in tutta la regione. Io ho sempre detto che il modo migliore per consolidare l’offerta formativa e la possibilità che poi riverberi risultati in termini di assistenza sanitaria fosse quello di rafforzare l’Università della Magna Graecia, che ha già assunto un ruolo importante nel panorama nazionale e ha bisogno di un policlinico che in qualche modo sia adeguato a questo ruolo. Ho sempre sostenuto – ha proseguito il presidente della Regione – che c’è la necessità di seminare competenze ovunque, e che in una regione come la nostra che registra un deficit sanitario così alto più impegno c’è da parte delle Università per formare i giovani medici e specializzare medici meglio è per tutti. Stiamo preparando anche – ha rimarcato il presidente della Regione – un programma di importanti investimenti nel finanziamento di borse di specializzazione, ricorrendo alle risorse dell’Unione europea, circa 40-50 milioni saranno destinati a finanziare borse di studio per nuovi specializzati. Stiamo facendo tutte quelle cose che se in Calabria fossero state fatte dieci anni probabilmente oggi avremmo un sistema sanitario e anche universitario più performante» .

«Risultato possibile solo per la convergenza di più impegni»

Occhiuto ha poi evidenziato: «Voglio ricordare quello che mi disse Mancuso la prima volta che ci siamo visti, quand’era stato designato presidente del Coniglio regionale,. Mi disse “guarda ho un obiettivo che voglio realizzare nella legislatura, l’integrazione tra Pugliese Ciaccio e Mater Domini”. Beh, c’è riuscito in un anno e siamo soddisfatti per questo. Risultati del genere non si realizzano se non c’è la convergenza di più impegni, di più esperienze e di più competenze. Probabilmente se non ci fosse stata una governance come quella attuale delle due aziende il processo sarebbe stato più complicato, sarebbe stato complicato se la commissione paritetica non a esse svolto il lavoro propedeutico, se non ci fosse stato l’impegno del Dipartimento Salute, della struttura commissariale e del commissario dell’Azienda zero Profiti che ha svolto una funzione importante oggi questo risultato – ha concluso il presidente della Regione – non l’avremmo raggiunto». (c. a.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x