Ultimo aggiornamento alle 11:39
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

L’appello

Consorzi di bonifica, i sindacati alla Regione: «Urgente un confronto sulla riforma organica»

Missiva dei segretari generali Vaiti, Sapia e Barbalaco all’assessore Gallo e ai vertici del dipartimento: «Basta incertezze sul futuro del comparto»

Pubblicato il: 25/02/2023 – 9:53
Consorzi di bonifica, i sindacati alla Regione: «Urgente un confronto sulla riforma organica»

CATANZARO «Avviare un pragmatico confronto sulla riforma del sistema della bonifica calabrese tra gli attori più rappresentativi del comparto e le Istituzioni». È la richiesta dei segretari Caterina Vaiti (Flai Cgil), Michele Sapia (Fai Cisl) e Pasquale Barbalaco (Uila Uil) formalizzata in una missiva indirizzata all’assessore all’Agricoltura Gianluca Gallo, al dirigente Generale del dipartimento Agricoltura Giacomo Giovinazzo e al dg del dipartimento Forestazione Domenico Pallaria. «Occorre definire una riforma regionale condivisa a sostegno del settore agricolo – scrivono nella lettera i tre segretari sindacali di categoria – a tutela del territorio e delle comunità, e per la valorizzazione delle professionalità del personale dipendente. Serve costruire un “sistema bonifica” al servizio delle varie agricolture presenti nei territori della regione, coerente con la struttura idrografica calabrese, rispettoso della morfologia e della fragilità del territorio, finalizzato ad un virtuoso utilizzo della risorsa idrica, resiliente alle sfide della transizione ambientale, ai cambiamenti climatici e fenomeni di siccità».
«Un sistema imperniato sulla certezza delle risorse finanziarie – aggiungono – e sulla sostenibilità economica, capace di salvaguardare i livelli occupazionali e le future prospettive d’impiego, sennonché il ruolo attivo e quotidiano del lavoro delle maestranze. Pertanto, al fine di evitare ulteriori confusioni e preoccupazioni tra i lavoratori degli Enti consortili, sarà strategico e non più rinviabile un impegno comune per superare, tramite una nuova riforma, quelle incertezze che attualmente ruotano attorno al lavoro di chi si occupa con responsabilità e competenza di mettere in sicurezza il territorio e garantire all’agricoltura servizi basilari e innovativi».
«Inoltre, si ribadisce che – si legge ancora nella missiva – non serviranno semplici modifiche di denominazione o veloci riformulazioni perimetrali, ma definire una efficace ed efficiente riorganizzazione degli Enti consortili tramite una programmazione di lungo periodo».
«Pertanto, le scriventi ribadiscono l’urgenza di un confronto sulla riforma dei Consorzi di bonifica calabresi – concludono i segretari generali Vaiti, Sapia e Barbalaco – nella missiva – in una logica di riorganizzazione, tesa a favorire l’efficientamento gestionale e amministrativo, la qualità dei servizi, l’aumento delle superfici irrigabili, la sostenibilità ambientale, investimenti e lavoro di qualità ed una semplificazione burocratica coerente con i principi sanciti dalla Conferenza Stato-Regioni, tenendo in forte considerazione il concetto del presidio territoriale e dei bacini idrografici assieme al rafforzamento dei servizi, sostegno alla partecipazione e al confronto sociale».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x