Ultimo aggiornamento alle 23:07
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

il contributo

«Giù le mani dal nostro aeroporto»

Prima di iniziare di fare petizioni sul cambio del nome dell’aeroporto di Lamezia Terme sarebbe stato opportuno chiedere alla società Sacal se condividesse o meno il cambio del nome. E se proprio …

Pubblicato il: 16/03/2023 – 18:26
di FRANCESCO GRANDINETTI
«Giù le mani dal nostro aeroporto»

Prima di iniziare di fare petizioni sul cambio del nome dell’aeroporto di Lamezia Terme sarebbe stato opportuno chiedere alla società Sacal se condividesse o meno il cambio del nome. E se proprio non si fosse voluto  interpellare la Sacal, una interlocuzione con noi cittadini e per noi l’amministrazione che ci rappresenta sarebbe stata doverosa. Spero non l’abbiano fatto i promotori dell’iniziativa, perché altrimenti sarebbe ancora peggio aver avuto un loro consenso. L’aeroporto è della Calabria, ma insiste nel nostro territorio lametino ed è da ingenui pensare che il cambio di nome non arrechi danni non da poco alla nostra economia/immagine, quella di Lamezia terme, a cui non resta che questo. Il nostro aeroporto non è riuscito a portare significative ricadute nel proprio comune: l’università è a Cosenza, l’altra università è a Catanzaro, il Dulbecco è a Catanzaro, prefetture, uffici regionali sono a Catanzaro insomma il nostro aeroporto è al sevizio di tutti le città della Calabria apportando economie con gli arrivi a quei territori. Mi si potrebbe dire: ma l’aeroporto di Lamezia non nasce per Lamezia ma per la Calabria?!.. Certo è così, ma una politica sana e non campanilistica avrebbe fatto ricadere la scelta di qualche collocazione di uffici e/o sedi di facoltà universitarie nel territorio di Lamezia  creando  ancora più sinergia con l’aeroporto di Lamezia Terme e la nostra città. Per chi capisce un po’ di marketing sa bene che essere nominato in tutti gli aeroporti del mondo non è cosa da poco. E se avessimo avuto amministrazioni locali capaci e non dormienti, questa cosa avrebbe portato ricchezza. Ora non possiamo permettere che sparisca quest’ultima cosa importante per la nostra città. Invito i consiglieri comunali di Lamezia di prendere posizioni in consiglio e rimandare al mittente la proposta. Corrado Alvaro meriterebbe molto di più dalla nostra Calabria, così come lo avrebbe meritato San Francesco di Paola con la vecchia proposta di cambio nome. Ma questa volta Lamezia tutta ed i  suoi cittadini meritano di più. Non mi limiterò ad un articolo se le cose dovessero continuare, perché Lameziaterme ha bisogno di essere difesa, visto che altri si limitano a gridare di amarla e nient’altro.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x