Ultimo aggiornamento alle 16:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

l’anticipazione

Il sindacalista e l’intellettuale, due sguardi sulle (tante) emergenze di Calabria

Il segretario regionale della Cgil Angelo Sposato e Giordano Bruno Guerri ospiti della puntata odierna de “L’altra Politica” sul canale 75

Pubblicato il: 05/04/2023 – 18:48
Il sindacalista e l’intellettuale, due sguardi sulle (tante) emergenze di Calabria

LAMEZIA TERME Nuovo appuntamento con L’Altra politica, il settimanale di approfondimento in onda questa sera alle 21 sul canale 75 de “L’Altro Corriere tv”. Ospiti di Danilo Monteleone e Ugo Floro, Angelo Sposato, segretario regionale della Cgil e Giordano Bruno Guerri, storico e scrittore.

Sposato: «Brusco stop per la “vertenza Calabria”»

«Ho appena ricevuto mandato dall’assemblea regionale del sindacato ad attivarmi in vista della mobilitazione sindacale che il 6,13 e 20 maggio interesserà Bologna, Milano e Napoli e nella quale la Calabria giocherà un ruolo importante». Così il leader della Cgil regionale che non nasconde la propria preoccupazione per la situazione nazionale e regionale. «C’è bisogno di una spinta che deve partire dalla società per indurre il governo a varare misure di sostegno reale ai redditi dei lavoratori italiani, che rimangono tra i più bassi in Europa in una fase assai delicata, dove l’inflazione e in genere il caro prezzi frustrano il potere d’acquisto delle famiglie». Ma poi c’è anche la “vertenza Calabria” che registra «un brusco stop – secondo lo stesso Sposato – anche a causa della adesione del governo regionale ad una linea di favore sull’autonomia differenziata, che invece va contrastata perché rischia di fare arretrare ulteriormente la Calabria».
Il segretario regionale della Cgil elenca a tal riguardo tutti i nervi scoperti «ad iniziare dagli sforzi vanificati per la strada statale 106, sull’alta velocità non c’è più un euro, fino alla mancanza di un vero e proprio piano di lavoro. Senza contare i disagi del comparto sanitario che sono ancora sul tappeto e attendono soluzioni».

Giordano Bruno Guerri: «L’autonomia differenziata può essere una buona opportunità»

«Alla Calabria mi lega ormai da tanti anni un grande rapporto di amicizia». Giordano Bruno Guerri non nasconde la propria vicinanza ad una terra che, tra le altre cose, lo ha visto recentemente ospite d’eccezione per la mostra di Antonio Affidato e lo vede protagonista del Premio Caccuri, l’importante kermesse nazionale di saggistica della cui fondazione è il presidente. Sul dibattito intorno all’autonomia differenziata, lo storico non nasconde dubbi e perplessità, giustificando i timori di una Italia ulteriormente tagliata in due, e tuttavia «se l’autonomia verrà attuata con leggi chiare può essere anche una buona opportunità». Poi un pensiero sulla tragedia di Steccato di Cutro: «L’ho seguita con grande dispiacere, essa è stata anche un saggio di straordinaria umanità della popolazione calabrese». Secondo Guerri «questa drammatica vicenda ci deve far riflettere sul futuro e sull’esigenza di accogliere secondo regole nuove e precise, che mettano ordine ai flussi migratori perché un  paese come il nostro può arricchirsi dell’apporto di quanti vi sbarcano nella speranza di poter trovare un approdo sicuro, dove poter vivere serenamente».

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x