Ultimo aggiornamento alle 16:15
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

l’annuncio

Crolli a Cosenza, Caruso: «Abbiamo fatto in un anno quello che non si è fatto in 12 anni»

Il sindaco riceve una delegazione di residenti nel centro storico. Appello alla Regione: «A rischio uno dei centri storici più belli d’Italia»

Pubblicato il: 21/04/2023 – 13:09
di Fabio Benincasa
Crolli a Cosenza, Caruso: «Abbiamo fatto in un anno quello che non si è fatto in 12 anni»

COSENZA L’incontro dopo la protesta. Una delegazione di residenti del centro storico di Cosenza è stata ricevuta, questa mattina, a Palazzo dei Bruzi dal sindaco della città Franz Caruso, dalla vicesindaca Maria Pia Funaro e dal delegato al centro storico, il consigliere Francesco Alimena. Nei giorni scorsi, diverse auto avevano bloccato la strada a Porta Piana per chiedere la messa in sicurezza della zona dopo la recente frana avvenuta nell’area. Disagi, chiusure e mobilità paralizzata in via Petrarca, Corso Vittorio Emanuele, via Giuseppe Campagna ha spinto i residenti a manifestare per chiedere all’amministrazioni interventi celeri e definitivi. Il primo cittadino ha risposto all’appello dei residenti. «Abbiamo illustrato ai residenti del centro storico la tempistica che ci ha visto intervenire immediatamente per la messa in sicurezza dell’ultima frana del 7 aprile e che sarà messa in sicurezza nel giro di 7-10 giorni», dice Caruso ai nostri microfoni. «Abbiamo già attivato la procedura per ottenere il finanziamento per intervenire anche su questa frana. Abbiamo affidato i lavori, per quanto riguarda l’intervento sulla strada di via Petrarca limitata al traffico da più anni con i semafori e a breve partiranno i lavori», ribadisce il sindaco. Che poi illustra i dettagli dell’investimento. «Sono concluse le procedure di gara per l’appalto di 6 milioni e 950mila euro, si tratta dell’appalto più grosso che interesserà anche e soprattutto corso Vittorio Emanuele e quindi la riapertura di quella strada e la messa in sicurezza di tutto quel costone, compreso il rifacimento del muro di sostegno vicino alla chiesa di Santa Maria del Conservatorio». Il primo cittadino cosentino, rivendica il lavoro svolto fino ad oggi nonostante un organico «ridotto all’osso». «Abbiamo fatto in un anno quello che non si è fatto in 12 anni», ha chiosato Caruso.

Il sindaco Caruso a colloquio con la delegazione dei residenti del Centro storico di Cosenza

L’intervento della Regione

Finanziamenti intercettati, fondi stanziati, lavori in corso: l’azione dell’amministrazione comunale di Cosenza è costante – sottolinea il sindaco più volte – ma poi il primo cittadino lancia un appello alle istituzioni regionali. «Ho chiesto alla Regione di intervenire perché purtroppo noi non abbiamo competenze sugli immobili privati e ci sono molti crolli nel centro storico. Interveniamo per garantire la sicurezza sulla viabilità, ma per gli altri interventi, senza l’aiuto della regione non potremo dare soluzione ad una condizione che porta alla distruzione di uno dei centri storici più belli d’Italia». (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x