Ultimo aggiornamento alle 9:06
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 3 minuti
Cambia colore:
 

I provvedimenti

Corruzione all’ospedale di Locri, ecco i nomi degli indagati

In carcere il dirigente medico Lascala e agli arresti domiciliari un primario. Obbligo di firma per tre e interdetti per un anno 5 medici e un avvocato

Pubblicato il: 05/05/2023 – 13:52
Corruzione all’ospedale di Locri, ecco i nomi degli indagati

LOCRI È Filippo Lascala, medico psichiatra, il dirigente medico dell’ospedale di Locri portato in carcere nell’ambito dell’inchiesta coordinata dalla Procura di Locri e condotta dalla Guardia di finanza su un articolato sistema illecito finalizzato al rilascio di falsi certificati per giustificare la mancata partecipazione ad udienze da parte di imputati di gravi reati e ad accedere a benefici assistenziali non dovuti o ad ottenere rimborsi assicurativi non spettanti. Nei suoi confronti, il gip Federico Casciola, su richiesta della Procura, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere con le accuse di corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio e falsità ideologica del pubblico ufficiale in atti pubblici. È stato posto ai domiciliari, invece, Antonio Bombara, di 64 anni, primario del reparto di psichiatria. Secondo le indagini, entrambi hanno reimpiegato la professione medica “a vantaggio dei privati per conseguire pensioni miracolose, agendo come veri deus ex machina, ognuno dei due trattando la sanità locrese come fosse cosa sua”.
L’obbligo di firma è stato disposto per altri 3 indagati: Marco Zucco (34), Francesco Surace (55) e Paola Larone (57). Quest’ultima è la moglie di Lascala e secondo gli inquirenti ha svolto il ruolo di concorrente materiale e agevolatore della condotta del marito.
Sempre su richiesta della Procura sono stati interdetti per 12 mesi dall’esercizio della professione medica il responsabile del reparto di medicina fisica e riabilitazione dell’ospedale di Locri Raffaele Antonio Argirò (56), la dipendente del laboratorio analisi del nosocomio Patrizia Panetta (59), il responsabile del reparto di Ortopedia Guido Zavettieri (63), il medico del reparto di medicina generale Santo Gratteri (62), e lo psicologo Maria Erminia Pasquale (63). L’interdizione dalla professione forense, infine, è stata disposta per l’avvocato Antonio Sotira, di 43 anni. Anche lui è accusato di essere stato istigatore e determinatore per un certificato falso preparato da Lascala per un suo cliente.

Gli indagati

Filippo La Scala, 1961, Bianco
Antonio Bombare, 1959, Siderno
Antonino Foti, 1963, Palizzi
Giuseppe Crinò, 1945, Casignana
Raffaele Antonio Argirò, 1967, Locri
Santo Gratteri, 1961, Gerace
Paola Larona, 1966, Melito Porto Salvo
Marco Zucco, 1989, Locri
Francesco Raschillà, 1957, Reggio Calabria
Rita Franco, 1960, Locri
Guido Zavattieri, 1960, Melito Porto salvo
Teresa Malara, 1984, Reggio Calabria
Francesca Maiorana, 1959, Sant’Agata del Bianco
Maria Rosa Grasso, 1983, Locri
Francesco Italia, 1976, Locri
Patrizia Panetta, 1964, Locri
Rita Bennici, 1957, Locri
Angela Franca Maria Chianesi, 1969, Usa
Felice Melchionna, 1971, Reggio Calabria
Francesco Surace, 1968, Locri
Antonio Rinarello, 1986, Siderno
Elisabeth Vera Creazzo, 1988, Cinquefrondi
Giuseppe Sebastiano Grasso, 1951, San Luca
Giuseppe Agostino, 1980, Locri
Giuseppe Nirta, 1976, Reggio Calabria
Teodoro Fontana, 1976, Melito Porto Salvo
Vincenzo Fontana, 1975 (deceduto)
Salvatore Cimieri, 1968, Crotone
Giuseppe Zangadi, 1986, Melito Porto Salvo
Erminia Maria Pascale, 1960, Benestare
Teodoro Rocco Raschillà, 1938, Bianco
Francesco Bellissimo, 1988, Melito Porto Salvo
Giovanni Bellissimo, 1987, Melito Porto Salvo
Giuseppe Cosmo, 1989, Messina
Francesco Sinopoli, 1963, Bianco
Giuseppe Talia, 1953, Africo
Antonio Stelitano, 1982, Africo
Antonio Muscolo, 1961, Bianco
Maria Grazia Muscolo, 1986, Melito Porto Salvo
Giuseppe Farcomeni, 1979, Locri
Franco Morabito, 1980, Locri
Simone Cuppari, 1981, Locri
Domenico De Lorenzo, 1986, Locri
Francesco Sinopoli, 1963, Bianco
Domenico Mollica, 1967, Africo
Girolima Mollica, 1996, Locri
Antonio Morabito, 1957, Bova Marina
Anna Favasuli, 1964, Africo
Girolama Favasuli, 1970, Africo
Rosa Misitano, 1956, Bianco
Carmine Carabetta, 1969, Locri
Anna Iacovino, 1949, Napoli
Filippo Bevilacqua, 1989, Melito Porto Salvo
Graziella Bruno, 1964, Bianco
Giuseppe Marte, 1959, Siderno
Giuliana Scarfò, 1965, Canada
Giuseppa Princi, 1956, Careri
Natalia Chudnovskaya, 1965, Russia
Nazzareno Spagnolo, 1963, Bivongi
Angela Giorgi, 1970, San Luca
Antonella Giorgi, 1995, Melito Porto Salvo
Vincenzo Caccamo, 1959, Locri
Tullio Carnevale, 1979, Paola
Daniela De Blasio, 1981, Locri
Gabriele Maio, 1987, Locri
Antony Salvatore Romeo, 2000, Locri
Caterina Grazia Scundi, 1969, Melito Porto Salvo
Bruno Cristiano, 1961, Casignana
Giuseppe Zucco, 1976, Locri
Antonia Ienco, 1960, Vibo Valentia
Giuseppe Strangio, 1959, San Luca
Vincenzo Spanò, 1958, Bianco
Domenica Criaco, 1956, Africo
Antonio Pizzata, 1956, San Luca
Antonio Costa, 1956, Siderno
Domenico Chimienti, 1984, Oppido Mamertina
Francesco Cannizaro, 1950, Sinopoli
Francesco Chiricosta, 1975, Locri
Maurizio Chiarantano, 1981, Locri
Francesco Condemi, 1963, Melito Porto Salvo
Giuseppe Canturi, 1966, Melito Porto Salvo
Pietro Galluzzo, 1995, Locri
Maria Nicoletta Varacalli, 1959, Ciminà
Nicola Logozzo, 1938, Gioiosa Ionica
Patrizio Papasidero, 1977, Polistena
Vincenzo Curciarello, 1993, Siderno
Letizia Pizzata, 1994, Locri
Carmela Spataro, 1961, Sant’Ilario dello Ionio
Antonella Murdaca, 1993, Locri

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x