Ultimo aggiornamento alle 16:18
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 1 minuto
Cambia colore:
 

la decisione

Inchiesta “Reset”, la Cassazione annulla con rinvio per Francesco Iantorno

L’indagato è difeso dall’avvocato Francesco Boccia. Secondo l’accusa sarebbe stato stretto collaboratore di Tonino e Roberto Presta

Pubblicato il: 05/05/2023 – 22:52
Inchiesta “Reset”, la Cassazione annulla con rinvio per Francesco Iantorno

ROMA La Corte di Cassazione ha annullato con rinvio l’ordinanza nei confronti di Francesco Iantorno detto “Tarzanicchiu”, coinvolto nell’inchiesta “Reset” della Dda di Catanzaro. L’indagato, difeso dall’avvocato Francesco Boccia, secondo l’accusa «nella sua qualità di partecipe; affiliato formalmente, si inserisce nel gruppo con compiti specifici di gestione del traffico di sostanze stupefacenti e si mette a disposizione per eseguire ogni altra azione delittuosa per rafforzare l’operatività dell’associazione; è stretto collaboratore di Tonino e Roberto Presta; è referente del clan per la zona di San Lorenzo del Vallo e di Spezzano Albanese, occupandosi di versare al clan i proventi illeciti provenienti dalle attività illecite di quella zona e svolgendo il compito di informare i vertici del clan di ogni anomalia nella zona di competenza criminale». (f.b.)

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x