Ultimo aggiornamento alle 11:56
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

la segnalazione

«Il parco Archeologico di Capocolonna sembra una jungla»

La “Cartolina” che mi si è presentata domenica 28 Maggio 2023, quando con la famiglia mi sono recato per una visita al Parco archeologico di Capocolonna, è tutt’altro che un biglietto da visita di…

Pubblicato il: 01/06/2023 – 9:44
di Antonio Megna*
«Il parco Archeologico di Capocolonna sembra una jungla»

La “Cartolina” che mi si è presentata domenica 28 Maggio 2023, quando con la famiglia mi sono recato per una visita al Parco archeologico di Capocolonna, è tutt’altro che un biglietto da visita di una città che aspirava a diventare capitale della cultura. Trovarsi davanti, a quella che avrebbe dovuto essere l’immagine di copertina di una Città come Crotone, uno dei luoghi sacri della cultura calabrese ricoperto da erbacce, con bisce che passano da un lato all’altro della strada e finanche con fiori e piante spinose che attraversano la strada impedendo quasi il passaggio a piedi, è stato sconfortante.
Il luogo nella quale si dovrebbero ammirare i resti dell’antica area Sacra non è più visibile in quanto interamente ricoperto da erba alta, fiorellini e papaveri. Uno scenario desolante che lascia spazio allo sconforto. Avere un paesaggio che tutti ci invidiano ma che purtroppo non riceve le attenzioni e la cura che merita è una ferita al cuore per chiunque provi un po’ di amore per questa nostra terra. In tutto questo fa specie il silenzio e l’assenza della Soprintendenza Archeologica della Calabria e del Sistema museale calabrese, l’Ente titolato alla manutenzione e gestione dell’area.

Non ritengo però esente da colpe neanche il Comune di Crotone che avendo
contatti diretti e frequenti (o almeno così dicono) con la Sopraintendenza avrebbe dovuto vigilare affinchè gil nostro parco archeologico non venisse ridotto in queste condizioni.
Guardando oggi Capo Colonna e il suo stato di abbandono si comprende al volo
il motivo per cui anche il Progetto Antica Kroton è fermo al palo. Il livello di attenzione per Crotone da parte del sistema museale e della Soprintendenza è questo, purtroppo, e la città sta silente e muta davanti questo penoso scenario.
Richiedo pertanto, a chi di competenza, e nel più breve tempo possibile interventi di manutenzione che riportino il parco Archeologico di Capocolonna a poter continuare a chiamarsi PARCO ARCHEOLOGICO… perché ad oggi è più assimilabile ad una jungla».


Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x