Ultimo aggiornamento alle 23:03
Corriere della Calabria - Home

I nostri canali


Si legge in: 2 minuti
Cambia colore:
 

dalla cittadella

Sviluppo rurale, gli istituti agrari possono partecipare ai bandi della Regione

Il vicepresidente della Giunta Princi e l’assessore all’Agricoltura Gallo spiegano i contenuti di una recente norma approvata in Consiglio

Pubblicato il: 03/06/2023 – 11:08
Sviluppo rurale, gli istituti agrari possono partecipare ai bandi della Regione

CATANZARO “Gli istituti agrari potranno finalmente accedere ai bandi regionali per lo sviluppo rurale, ottenendo dunque i contributi utili all’acquisto di strumenti e macchinari”. A comunicarlo, tramite una nota congiunta rivolta ai dirigenti scolastici degli istituti agrari della Calabria, sono la vicepresidente della Regione ed assessore alla pubblica istruzione, Giusi Princi, e l’assessore regionale all’Agricoltura, Gianluca Gallo. “Su impulso dell’assessorato all’agricoltura – spiegano Princi e Gallo -, nel corso dell’ultima seduta dell’assemblea, il Consiglio regionale ha approvato una proposta di legge attraverso la quale gli istituti agrari e gli enti pubblici che abbiano al proprio interno aziende agricole con capacità produttiva propria, potranno partecipare ai bandi regionali, migliorando la produttività dei laboratori, sostenendo l’attività didattica e premiando la propensione allo sviluppo. La nuova norma – sottolineano inoltre – consentirà così agli Istituti agrari di concorrere ai bandi del Piano strategico della Pac finalizzati all’ammodernamento delle strutture e dei mezzi dell’impresa agricola, oltre a beneficiare di contributi pubblici per il rinnovo del parco macchinari e delle strumentazioni indispensabili per lo svolgimento dell’attività quotidiana di impresa”. “L’intento è duplice. Da una parte, accompagnare e rilanciare l’opera degli Istituti agrari, la cui centralità è fondamentale in una regione a forte vocazione agricola quale la nostra; dall’altra, garantire leve e strumenti idonei a tutelare le finalità educative, coniugandole con la capacità di avvicinarsi al mondo del lavoro e dell’impresa, tenendo sempre al centro la persona ed il suo rapporto con l’ambiente. Consapevoli dell’importanza del lavoro svolto ogni giorno da realtà come gli istituti Agrari – auspicano infine gli assessori Princi e Gallo -, confidiamo che questa iniziativa assunta dalla massima assise calabrese e trasformata in dettato normativo possa essere utilizzata per l’incremento e la realizzazione di importanti progetti, improntati alla difesa ed alla valorizzazione del nostro territorio e quindi del bene comune”.

Argomenti
Categorie collegate

Corriere della Calabria - Notizie calabresi
Corriere delle Calabria è una testata giornalistica di News&Com S.r.l ©2012-. Tutti i diritti riservati.
P.IVA. 03199620794, Via del Mare, 65/3 S.Eufemia, Lamezia Terme (CZ)
Iscrizione tribunale di Lamezia Terme 5/2011 - Direttore responsabile Paola Militano
Effettua una ricerca sul Corriere delle Calabria
Design: cfweb

x

x